Indietro
menu
Tavolo tenuto oggi

Comitato Sicurezza: "Sì al divertimento, ma i controlli saranno rigorosi"

In foto: © Manuel Migliorini / Adriapress.
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 30 lug 2020 16:21 ~ ultimo agg. 31 lug 10:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è riunito questa mattina il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica. Alle tradizionali questioni di sicurezza che caratterizzano i comuni della Riviera durante la stagione estiva, quest’anno sul piatto ci sono anche le conseguenze della pandemia di Covid.

All’incontro hanno partecipato i vertici delle delle Forze dell’Ordine e gli amministratori: il Presidente della Provincia e i Sindaci della costa: di Rimini, Riccione, Bellaria-Igea Marina, Misano Adriatico e Cattolica.

E anche al tavolo del Comitato sono emerse “diverse posizioni” tra gli amministratori, recita la nota della prefettura di Rimini.

L’offerta delle manifestazioni estive sul territorio sarà dunque ampia e variegata, così come da consolidata tradizione della Romagna, ma sarà attuata nel rigoroso rispetto di tutte le norme di contrasto al diffondersi del coronavirus e sarà attentamente monitorata da tutte le Forze di polizia, ivi comprese quelle di specialità e quelle locali che non mancheranno di dare un sostanzioso apporto”. 

I vertici delle  forze dell’ordine hanno poi espresso un richiamo ad un comportamento responsabile da parte dei gestori delle attività commerciali e di intrattenimento, oltre che agli avventori.

“Sì, dunque, al divertimento e alle relazioni, ma un deciso no a tutto quello che si porrà in contrasto con le disposizioni e le raccomandazioni di profilo sanitario tutt’ora vigenti, la cui inosservanza risulterebbe essere un oggettivo pericolo per l’intera collettività”si legge ancora nella nota diffusa al termine dell’incontro.

Si annunciano dunque controlli “stringenti e rigorosi” e il prefetto fa sapere che  a breve convocherà, sempre con il coinvolgimento del Presidente della Provincia e dei Sindaci, anche il settore dei trasporti e l’Azienda Sanitaria.

Resta un tema aperto – a lamentarsene tutti i sindaci – il mancato arrivo dei rinforzi estivi.

Notizie correlate
di Redazione   
di Serena Saporito   
di Redazione