Indietro
menu
Nuove partenze e vecchi stop

Nuovo Dpcm: dal 25 sì a calcetto e beach volley. Discoteche, rinvio al 14 luglio

In foto: via libera al calcetto?
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 11 giu 2020 18:06 ~ ultimo agg. 12 giu 12:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Governo sceglie la linea della prudenza. Non da lunedì 15 quindi, ma dal 25 giugno si potrà tornare a giocare a calcetto, basket, pallavolo, pallanuoto e beach volley sulle spiagge. E’ quanto prevede il Dpcm firmato dal premier Conte. Il decreto, che riguarda le aperture della fase 3, avrà validità fino al 14 luglio.

Nel decreto si spiega che dal 25 “è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome che abbiano preventivamente accertato, d’intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di sport, la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori, in conformità con le linee guida di cui al periodo precedente per quanto compatibili”.

Saranno poi le Regioni a definire le modalità di svolgimento delle attività (tramite appositi protocolli) ed eventuali date più precise. Nei giorni scorsi ha fatto discutere ad esempio il protocollo elaborato dalla Regione Abruzzo che esclude la possibilità di contatto fisico nel calcetto: niente contrasti o scivolate e palla che può essere presa con le mani solo se si indossano i guanti.

Arriva invece un contrordine su discoteche e congressi. Infatti “restano sospese sino al 14 luglio 2020 le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi”. E fino alla stessa data sono sospesi i servizi di crociera da parte delle navi passeggeri di bandiera italiana.