Indietro
menu
I Carabinieri di Cattolica

57 dosi di cocaina in casa. Arrestati due spacciatori

In foto: il materiale sequestrato
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 27 giu 2020 11:35 ~ ultimo agg. 13:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono il vero incubo degli spacciatori. I carabinieri della Tenenza di Cattolica, guidati dal comandante Antonino Miserendino, venerdì pomeriggio hanno messo a segno l’ennesimo arresto per droga. A finire in manette sono stati due uomini di nazionalità albanese, domiciliati a Rimini in un residence.

Gli uomini dell’Arma hanno effettuato un lungo servizio di osservazione e pedinamento nei confronti di un 20enne e un 31enne – entrambi pregiudicati e già noti per il loro coinvolgimento in attività di spaccio – fino ad immortalare il momento della cessione: un passaggio veloce, da un lato il contante, dall’altro lo stupefacente. Una donna, l’acquirente, è stata immediatamente fermata e segnalata in via amministrativa perché trovata in possesso di una piccola dose di cocaina. Subito bloccati anche i due spacciatori, nei confronti dei quali è scattata una approfondita perquisizione domiciliare che ha portato al rinvenimento di 57 dosi di cocaina per un totale di 27 grammi, il tutto già preconfezionato e pronto per essere ceduto nel weekend.

Dopo il ritrovamento della droga, i carabinieri hanno accertato che i due spacciatori avevano già avviato in maniera frenetica l’attività di spaccio, tanto da essere riusciti ad incassare 4.900 euro nel giro di poco. Il denaro, accuratamente nascosto, è stato così sottoposto a sequestro poiché ritenuto per due nullafacenti chiaro provento dell’attività illecita di detenzione e spaccio. E’ stato trovato anche materiale utilizzato per il confezionamento della droga, oltre a un bilancino di precisione.

Dichiarati in stato di arresto, i due sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Tenenza. Dopo l’udienza, i due spacciatori sono stati trasferiti in carcere. E’ lì che attenderanno l’inizio del processo.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi