Indietro
menu
per bar e ristoranti

Spazio pubblico. Al via Cattolica Lounge

In foto: cof
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 26 mag 2020 15:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prendono forma le linee del progetto “Cattolica Lounge” per la rimodulazione del suolo pubblico concesso a bar e ristoranti. Sino al prossimo 31 ottobre le attività potranno fruire gratuitamente di maggiori spazi per consentire il distanziamento. Saranno usati i marciapiedi sul lungomare, parte della carreggiata stradale di via Fiume, che resterà comunque percorribile e altre aree del centro. Preclusa la possibilità di uso, invece, di piazza I Maggio.

L’iniziativa ha raccolto ieri il consenso delle Associazioni di Categoria riunite al tavolo virtuale della Consulta Turistica ed Attività.

Attendiamo numerose richieste – commenta il Sindaco Mariano Gennarisicuri che le attività sapranno sfruttare al massimo questa opportunità totalmente a costo zero. Questo progetto renderà ancora più attrattiva la nostro città, ma soprattutto consentirà di viverla in tranquillità e nel rispetto delle norme. Potremo lanciare il nostro “aperitivo diffuso” andando a valorizzare ulteriori aree di Cattolica ed ampliando le zone dello svago. Nuove forme di intrattenimento che potrebbero farci rivalutare la maniera di vivere lo spazio pubblico anche nel prossimo futuro”.

Lungomare Rasi Spinelli. Le attività comprese tra l’Hotel Villa Fulgida e l’incrocio di Via Verdi potranno chiedere di fruire di una porzione del marciapiede lato mare, in adiacenza alla pista ciclabile. Andrà lasciato libero uno spazio di almeno tre metri lato mare per il transito dei pedoni e si dovrà garantire all’interno della zona richiesta, su tutti i lati, una distanza di salvaguardia di almeno un metro tra le attrezzature e la fine dell’area che dovrà essere perimetrata.

Via Fiume. Per la conformazione della via, ove non sia possibile fruire degli spazi del marciapiede, gli esercizi di somministrazione potranno richiedere parte della carreggiata con l’obbligo di lasciare liberi almeno 4 metri per il passaggio di veicoli pesanti. In alternativa, sono preferibili soluzioni come l’uso di spazi eventualmente disponibili su Via Dante ed ai Giardini De Amicis.

Altre aree. Potranno essere oggetto di richieste per il progetto “Cattolica Lounge” anche aree ricadenti sulle Piazze Mercato, Roosevelt, Repubblica, Nettuno e Piazzetta della Gina. Sul restante territorio comunale sarà possibile presentare domanda e l’ufficio SUAP valuterà l’accoglimento della richiesta.

Piazza I Maggio. Non potrà essere oggetto di richieste se non in via temporanea durante eventi e manifestazioni, in base alle ulteriori indicazioni date dall’Amministrazione Comunale.

Notizie correlate