Indietro
menu
Centri estivi a giugno

Bonaccini: riaperture anticipate se curva contagi non peggiora

In foto: il presidente Bonaccini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 5 mag 2020 19:16 ~ ultimo agg. 6 mag 12:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini annuncia che, se la curva dei contagi resterà sotto controllo, molte attività potrebbero riaprire prima di quanto previsto. Dichiarazioni rilasciate prima al TgR Rai e poi nel pomeriggio nel corso della conferenza di aggiornamento sull’epidemia con il commissario Sergio Venturi (che proprio oggi ha annunciato l’addio all’incarico). Bonaccini ha citato  bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti, la cui ripartenza è attesa per il primo giugno, ma anche il settore turistico. La condizione perché si possa procedere ad anticipare i tempi è quella del mantenimento della curva dei contagi a livelli non preoccupanti. Un nuovo picco, ha spiegato il presidente, potrebbe infatti non solo posticipare le riaperture ma addirittura far richiudere attività già tornate operative.

Al TgR Bonaccini ha anche risposto ad una domanda sui centri estivi: l’auspicio è che possano riaprire a giugno.Stiamo lavorando per questo e l’impegno sarà massimo proprio per garantire servizi alle famiglie. Stiamo discutendo – ha aggiunto – ormai è pronto un piano di intervento per cercare di capire come possiamo garantire da un lato sicurezza e dall’altro servizi che sono indispensabili nei prossimi mesi“.

Infine durante il consueto aggiornamento pomeridiano sulla diffusione del virus, il governatore ha annunciato che in provincia di Rimini verranno svolti al più presto “test sierologici a tappeto su tutta la popolazione” per scovare eventuali nuovi positivi.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO