Indietro
menu
Serve il contributo di tutti

Un confronto aperto per ripartire. Le proposte dei gruppi di minoranza di Riccione

In foto: Riccione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 8 apr 2020 21:45 ~ ultimo agg. 21:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I gruppi di minoranza a Riccione, con un intervento congiunto, colgono le premesse del confronto che si sta aprendo tra le anime politiche ed economiche della città per avanzare delle proposte mirate alla ripartenza della città dopo l’emergenza di queste settimane. Progetti di rigenerazione urbana, un piano di comunicazione del “Brand Riccione”, digitalizzazione delle imprese le proposte lanciate sul medio periodo.


Non servono preamboli per descrivere la situazione che ha chiamato tutti noi ad un grande senso di responsabilità.

Così di comune accordo maggioranza e opposizione del comune di Riccione sono chiamati a lavorare congiuntamente a questa fase a tempo indeterminato per il bene della collettività che rappresentiamo.

Recentemente, dopo aver manifestato la necessità di dialogo e collaborazione, è stato attivato un tavolo di lavoro (digitale) che coinvolge i capigruppo, sul quale avviene una quotidiana corrispondenza su dati, statistiche, proiezioni e tematiche di rilievo.

Siamo lieti che nell’ultima riunione (digitale) di questo tavolo sia stata accettata dalla sindaca e dalla maggioranza la proposta di costituirne un altro con tutti gli attori economici della città per meglio affrontare le problematiche e le tematiche che questa situazione ci ha portato e porterà.

Diamo un grande valore a questo perchè lo abbiamo fortemente voluto e proposto al sindaco, con la certezza che in questa fase storica serva il contributo di tutti.

Si tratterà di un tavolo di lavoro permanente che dovrà coinvolgere tutti gli operatori e le forze economiche e politiche della città.

L’ obiettivo della azione di tutti sia univoco: Riccione, i riccionesi e la sua economia.

Con queste premesse vorremmo aprire un confronto e un dibattito allargato da cui emergano le proposte per uscire da questa fase di emergenza, in cui abbiamo tutti l’obbligo di lavorare ad un nuovo progetto di città, per darci un respiro lungo e proiettato in avanti.

Tre macro-azioni da mettere subito in campo ma orientate al medio lungo periodo potrebbero essere subito queste:

  • La riqualificazione complessiva della città, “progetti di rigenerazione urbana” (porto, centro, Viale Ceccarini, Riccione Paese ecc…), sarà necessario approfittare proprio in questo momento per intervenire anche con le attività di manutenzione ordinaria per “tirare a lucido” la città.
  • Un piano di comunicazione del “Brand Riccione”, che possa raccontare agli italiani il sogno della vacanza a Riccione.
  • La digitalizzazione delle nostre imprese, della loro promozione e la necessità di investire sul dominio Riccione.it, impostando una strategia di comunicazione digitale da affidare ai professionisti del settore.

Pensiamo che nella sua silente violenza questo virus possa essere trasformato in un’opportunità, mettendo in mostra lo spirito che ci ha sempre animato e rappresentato.

E’ una sfida difficile ma dobbiamo e dovremo tutti avere l’ambizione di affrontarla nel migliore dei modi.

Coraggio riccionesi!.

I gruppi consigliari di minoranza

Carlo Conti Riccione Civica

Sabrina Vescovi PD

Fabio Ubaldi Gruppo Misto

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna