Indietro
menu
Concretezza e lungimiranza

Turismo. Nadia Rossi (PD) risponde alla Lega: la Regione c'è

In foto: Nadia Rossi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 17 apr 2020 15:28 ~ ultimo agg. 16:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nadia Rossi, consigliera ragionale del PD, risponde all’intervento dei deputati Morrone e Raffaelli della Lega, che lamentavano dalla Regione risposte insufficienti in tema di turismo (vedi notizia).

La Regione Emilia-Romagna vuole costruire il futuro del turismo e del commercio, con la consapevolezza che ci dovranno essere profondi cambiamenti nell’approccio a questi settori, partendo dal basso, con il coinvolgimento dei territori e degli operatori, pianificando nuove strategie di marketing ad hoc. Partiamo da proposte concrete e senza voli pindarici, nonostante da parte della Lega romagnola arrivino stoccate polemiche e suggestioni che oggi fanno acqua da tutte le parti, non essendo supportate da alcun punto fermo rispetto alla risoluzione dell’emergenza sanitaria, né da alcun dato“.

Dalla prossima settimana infatti i tavoli di lavoro voluti dall’Assessore Corsini, ai quali parteciperanno Comuni e stakeholder, “impegnati nella definizione di linee guida uniformi, sostenibili e sicure per la ristorazione, l’attività ricettiva e ricreativa al chiuso e all’aperto, il commercio al dettaglio”.

C’è anche, sottolinea la Rossi, la visione di lungo periodo dedicata alla riqualificazione delle località attrattive. “Penso a quanto sia stata lungimirante la legge regionale sulla costa, approvata al termine della scorsa legislatura, che consentirà di far partire cantieri importanti e attesi per il restyling urbano e penso agli investimenti sulle infrastrutture per collegare sempre di più e meglio la Romagna al proprio interno e verso l’esterno. – aggiunge Nadia Rossi – Un tema questo che anche a Riccione, dove la deputata Raffaelli ricopre anche l’incarico di assessora, credo potrà essere preso in grande considerazione, concentrandosi su una nuova valorizzazione e riqualificazione degli spazi urbani, attraverso programmi di interventi straordinari rapidi per farsi trovare pronti quando l’incubo del coronavirus sarà alle spalle”.

 

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini