Indietro
menu
Più guariti che infetti

Non si fermano i decessi nel Riminese: altre 5 vittime. In calo i nuovi casi

di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 15 apr 2020 17:48 ~ ultimo agg. 16 apr 16:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Altri 5 decessi in provincia di Rimini (150 in totale). I nuovi casi positivi, però, continuano a diminuire: ieri erano 13, oggi 9 (1.749 in totale). Il commissario per l’emergenza Venturi ha ribadito che i dati inerenti ai decessi potrebbero essere riferiti non esattamente alle ultime 24 ore. A livello regionale la fascia d’età più colpita dal virus è quella dei 50-59 anni (3.745 positivi), mentre quella che registra più decessi è quella degli 80-90 anni (1.113 morti). Sempre a livello regionale, sono 6 le vittime tra i 30 e i 39 anni: si trattava però di pazienti con patologie pregresse plurime.

Nella conferenza stampa del pomeriggio il commissario regionale Sergio Venturi ha annunciato un provvedimento di prossima approvazione da parte della Giunta regionale che limiti la possibilità dei test sierologici per i cittadini privati. Saranno bloccati i test nelle strutture private.

In Emilia-Romagna sono 21.029 i casi di positività al Coronavirus277 in più rispetto a ieri. Per la prima volta, però, le persone guarite sono più di quelle infette: se ne sono infatti registrate 395 di nuove. I test effettuati hanno raggiunto quota 106.149, 4.253 in più rispetto a ieri. Questi i dati istituzionali relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Complessivamente, 8.966 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (-50 rispetto a ieri). 325 i pazienti in terapia intensiva: tre in meno di ieri. E diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (- 85).

Le persone complessivamente guarite salgono a 4.664 (+395): 2.200 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 2.464 dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Purtroppo, si registrano 83 nuovi decessi: 41 uomini e 42 donne. I nuovi riguardano 9 residenti nella provincia di Piacenza, 10 in quella di Parma, 17 in quella di Reggio Emilia, 9 in quella di Modena, 19 in quella di Bologna (nessun caso registrato nell’imolese), 4 in quella di Ferrara, 3 in provincia di Ravenna, 7nella provincia di Forlì-Cesena (5 nel forlivesee 2 nelcesenate), 5 in quella di Rimini; nessun decesso di persone di fuori regione.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 3.223 a Piacenza (56 in più rispetto a ieri), 2.616 a Parma (34 in più), 3.982 a Reggio Emilia (35 in più), 3.217 a Modena (37 in più), 3.035 a Bologna (60 in più), si fermano per il secondo giorno consecutivo a 345 le positività registrate a Imola, 649 a Ferrara (14 in più). In Romagna sono complessivamente 3.962 (41 in più), di cui 889 a Ravenna (9 in più),736 a Forlì (12 in più), 588 a Cesena (11 in più), 1.749 a Rimini (9 in più).

La conferenza del commissario Venturi:

CORONAVIRUS. Aggiornamento del 15 aprile 2020

CORONAVIRUS, l’aggiornamento di oggi – 15 aprile – della situazione in Emilia-Romagna con il commissario ad acta Sergio Venturi#coronavirus

Pubblicato da Regione Emilia-Romagna su Mercoledì 15 aprile 2020

Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini