Indietro
menu
denunciati titolari

Blitz dei NAS nel laboratorio che fa test sierologici. Kit sequestrati. 150 prenotazioni

In foto: test sierologico
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 16 apr 2020 08:24 ~ ultimo agg. 19:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come riportano i quotidiani locali nell’edizione odierna, i Carabinieri dei Nas hanno bloccato l’attività dei test sierologici per il Covid-19 a un laboratorio di analisi di Santarcangelo. Il Rimedical aveva nei giorni scorsi promosso sulle sue pagine web e Fb la possibilità di effettuare il test medico Covid-19 aveva 150 prenotazioni per la giornata. Gli è stata contestata l’inosservanza al provvedimento dell’autorità.

I titolari del laboratorio, Sonia Ciampa e Gianluca Busetto, affermano di aver segnalato all’ASL la partenza dell’attività di somministrazione dei test senza però aver ricevuto alcuna risposta.

Intanto ieri in conferenza stampa il commissario straordinario Venturi ha ribadito che i test sierologici non sono un “giochino” e non ci sono certezze sull’efficacia e l’affidabilità di quelli privati

“La Regione Emilia-Romagna impedirà la somministrazione dei test sierologici di immunità al Covid-19 sui cittadini privati”. Lo ha annunciato il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus Sergio Venturi nel corso dell’ormai tradizionale diretta Facebook di ieri. La Giunta Bonaccini, in buona sostanza, mira a bloccare i laboratori privati che propongono gli esami rapidi per la ricerca di anticorpi prodotti dal nostro sistema immunitario in risposta al virus.

“I test sierologici – ha spiegato Venturi – non sono del tutto affidabili, esattamente come i tamponi che hanno una validità pari circa all’80 percento. Ecco perché la Regione emanerà a breve una delibera in tal senso”. “I laboratori – ha aggiunto il commissario straordinario – potranno candidarsi a lavorare per conto del settore pubblico, collaborando con la Regione per l’effettuazione consentita dei test sierologici su operatori sanitari e dipendenti delle case protette”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO