Indietro
menu
I controlli dei Carabinieri

In Alta Valmarecchia denunce anche per i "cacciatori di wi-fi"

In foto: i controlli dei Carabinieri
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 24 mar 2020 14:43 ~ ultimo agg. 19:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continuano in tutto il territorio della Valmarecchia i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Novafeltria con posti di controllo in tutto il territorio per verificare le motivazioni di chi si sposta (ammesse, come noto, soltanto comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità e motivi di salute). Tra le motivazioni non ammissibili, oltre alla voglia di farsi un giro e la ricerca di negozi di proprio gradimento, anche due persone che hanno detto di essere fuori per usare wi-fi liberi. Una donna di origine moldava, oltre a non presentare valide motivazioni per il suo spostamento, è risultata anche irregolare sul territorio.

Dal pomeriggio di lunedì sono state controllate 103 persone e 23 esercizi, 8 sono state le persone denunciate per “inosservanza delle disposizioni dell’autoritàin riferimento al rispetto del D.P.C.M..

In particolare, nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Novafeltria:

  • i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Novafeltria, hanno denunciato all’A.G. di Rimini:
  • una 49enne moldava residente a Verucchio controllata nel pomeriggio di ieri in località Secchiano di Novafeltria. La donna ha detto che si stava recando nel capoluogo novafeltriese per assistere un’anziana della quale non era in grado di fornire l’indirizzo e/o il numero telefonico. Nel corso dell’identificazione è inoltre risultata avere il permesso di soggiorno scaduto di validità nel mese di giugno 2019 e non più rinnovato. E’ stata deferita in stato di libertà oltre che per inosservanza delle disposizioni dell’autorità anche ai sensi dell’art. 10 bis Testo Unico sull’Immigrazione per “soggiorno illegale nel territorio dello Stato” ed avviata per regolarizzare la sua posizione;
  • un 59enne di San Leo, domiciliato a Talamello, controllato nella mattinata odierna alla guida della sua auto a Dogana di Verucchio, riferiva che voleva fare un giro, stufo di stare a casa, dopo essere stato in un’azienda per ripristinare un macchinario;
  • i Carabinieri della Stazione di Pennabilli, hanno denunciato all’A.G. di Rimini:
  • un 47enne ed una 30enne di Pennabilli fermati questa mattina a Novafeltria, a bordo del loro mezzo, mentre si stavano recando in un supermercato del luogo per acquistare dei generi alimentari, riferendo “qui c’è più scelta di prodotti”;
  • i Carabinieri della Stazione di Sant’Agata Feltria, hanno denunciato all’A.G. di Rimini:
  • un 71enne ed una 61enne di Sant’Agata Feltria controllati nel pomeriggio di ieri, sulla loro macchina in sosta in piazza Garibaldi, che alla richiesta dei militari sulla motivazione della loro presenza in quel luogo, dichiaravano di essere usciti per “utilizzare il Wi-Fi pubblico poiché quello di casa non era performante”;
  • un 55enne di Novafeltria, controllato ieri pomeriggio a piedi, distante da casa nei pressi di un bar chiuso di una frazione del Comune di Novafeltria, dichiarando di essere lì per utilizzare il wi-fi con accesso libero di detto esercizio per “dare un’occhiata alle cronache”;
  • una 46enne di Novafeltria controllata ieri sera a piedi, distante dalla propria abitazione, nei pressi del campo sportivo di Perticara di Novafeltria intenta ad utilizzare il proprio telefonino per chiamare e chattare;

Per qualsiasi dubbio, prima di muoversi l’invito è a contattare il numero di emergenza “112”.