Indietro
menu
Buoni spesa

Fondo alimentare. Santi risponde a chi invoca più risorse

In foto: Riziero Santi
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 31 mar 2020 19:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I comuni riminesi si stanno attivando per ricevere le domande e per erogare i buoni spesa. I primi saranno già attivi mercoledì mentre per il capoluogo ci vorrà ancora qualche giorno. Sui 400 milioni di euro stanziati dalla Protezione Civile per i comuni italiani, secondo qualche amministratore una cifra del tutto insufficiente, è intervenuto il presidente della provincia Riziero Santi. “Non dico che sono pochi e neppure che sono tanti” dice alla trasmissione Tempo Reale specificando che comunque “non si tratta di una integrazione del reddito ma di dare da mangiare a chi in questo momento fa fatica“. Nel comune del quale è sindaco, Gemmano che a 1150 abitanti, “posso distribuire 183 buoni spesa da una cinquantina di euro, non è il nulla” spiega. Per quanto riguarda la disponibilità degli stanziamenti: “A me risulta che siano già in liquidazione e entro domani voglio iniziare a distribuire i buoni spesa“. Infine Santi risponde a chi chiede interventi economici più consistenti: “ricordiamoci che stiamo ricorrendo al debito pubblico e sono soldi che pagheranno i nostri figli e i nostri nipoti. Per questo bisogna impostare un lavoro responsabile“.

Notizie correlate
di Redazione