Indietro
menu
L'elenco di quelle consentite

Conte: chiusi tutti gli esercizi tranne quelli di prima necessità

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 11 mar 2020 21:51 ~ ultimo agg. 12 mar 15:21
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel giorno in cui l’OMS parla di pandemia per l’emergenza coronavirus, l’annuncio del premier Conte. Chiuse tutte le attività commerciali eccetto generi alimentari, generi di prima necessità, farmacie e parafarmacie. Chiusi negozi, pub, bar e ristoranti con la possibilità di consegne a domicilio. Chiusi parrucchieri, centri estetici, i servizi di mensa che non garantiscono la distanza di sicurezza di un metro. E niente corse all’accaparramento di cibo nei supermercati, specifica.

Per le attività produttive e le attività professionali va incentivato il più possibile il lavoro agile, incentivate le ferie, i permessi. “Chiusi i reparti aziendali che non sono indispensabili alla produzione. Le industrie e le fabbriche potranno continuare a svolgere attività produttive a condizione che assumano protocolli di sicurezza”. Restano garantiti solo i servizi pubblici essenziali, a partire dai trasporti, servizi di pubblica utilità, postali, bancari, assicurativi, finanziari e accessori al funzionamento dei settori rimasti in attività. Garantite le attività del settore agricolo. “la regola madre rimane la stessa, limitare gli spostamenti a motivi di lavoro, salute e necessità, come fare la spesa”.

“L’effetto di questo grande sforzo potremo vederlo solo tra un paio di settimane”., “Non dobbiamo fare una corsa cieca verso il baratro. Dobbiamo essere lucidi misurati rigorosi e responsabili”. A breve la nomina di un commissario per coordinare la risposta ospedaliera alla situazione attuale, Domenico Arcuri. “”Se saremo tutti a rispettare queste regole, usciremo più in fretta da questa emergenza. Il paese ha bisogno della responsabilità di ciascuno di noi. Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci con più calore domani. Tutti insieme ce la faremo”, dice Conte. L’attuale decreto ha validità fino al 25 marzo.

Il testo integrale del Decreto.

Una sintesi di ciò che è ammesso e ciò che è vietato è stato pubblicato sulle pagine sociali di diversi amministratori locali.

 

CHIUSO

• Attività commerciali al dettaglio.
• Mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari.
• Servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie).
• Servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti).

APERTO

• Generi alimentari e di prima necessità in strutture di vicinato e media e grande distribuzione anche centri commerciali.
• Edicole, tabaccai, farmacie, le parafarmacie garantendo distanza di un metro.
• Mense e catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza.
• Consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.
• Esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.
• Servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

INOLTRE

Il Presidente della Regione può disporre riduzione e soppressione dei servizi in relazione agli interventi sanitari necessari per contenere l’emergenza coronavirus sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali.

Il Ministro può disporre la riduzione e soppressione dei servizi automobilistici interregionali e di trasporto ferroviario, aereo e marittimo, sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali.

Le pubbliche amministrazioni assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente.

In ordine alle attività produttive e alle attività professionali si raccomanda:
• massimo utilizzo di lavoro agile;
• incentivate le ferie e i congedi retribuiti;
• sospese le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione;
• protocolli di sicurezza anti-contagio;
• incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro;
• attività produttive si raccomanda limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti;
• si favoriscono limitatamente alle attività produttive.

 

Nel dettaglio sulle aperture:

Attività ammesse

Allegato 1
COMMERCIO AL DETTAGLIO

Ipermercati
Supermercati
Discount di alimentari
Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
Farmacie
Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Allegato 2
Servizi per la persona

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
Attività delle lavanderie industriali
Altre lavanderie, tintorie
Servizi di pompe funebri e attività connesse

🔴 In diretta da Palazzo Chigi 🔴

Pubblicato da Giuseppe Conte su Mercoledì 11 marzo 2020

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO