Indietro
menu
in carcere 25enne

Sfugge a tre ordini di cattura, ma il controllo stradale gli è fatale

In foto: I controlli stradali dei carabinieri
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 8 feb 2020 13:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.126
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella notte tra venerdì e sabato, nel corso di un servizio straordinario di prevenzione ai furti in danno degli sportelli bancomat, organizzato nell’intera giurisdizione della Compagnia di Riccione, i carabinieri della stazione di Misano Adriatico hanno tratto in arresto un albanese di 25 anni, pregiudicato e ricercato da tempo. Un controllo, quello dei militari, nato ieri notte dal passaggio sulla Statale 16 Adriatica di una Ford Focus con due persone a bordo.

Gli uomini dell’Arma, alla vista dell’autovettura ritenuta sospetta, hanno deciso di fermarla e sottoporre a controllo gli occupanti. Apparentemente un normale controllo, fino a quando il passeggero, privo di documenti e presentatosi con altre generalità, non è stato riconosciuto dai carabinieri per i suoi trascorsi nel mondo dello spaccio, che in passato gli erano valsi tre ordini di cattura, emessi dal gip del tribunale di Rimini (il primo) e dalla Corte d’Appello di Bologna (gli altri due), tutti del gennaio 2019.

A seguito del suo arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, compiuto l’estate scorsa dai carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Riccione, il pusher era finito agli arresti domiciliari ma, nonostante il beneficio concessogli, si era reso più volte irreperibile durante i controlli, prima di scomparire definitivamente. Fino a ieri, quando un normale controllo gli è costato il carcere.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Lucia Renati   
VIDEO