Indietro
menu
A Riccione

Sala scommesse via Portofino, Tar boccia ricorso contro il comune

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 2 gen 2020 17:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha respinto l’istanza di sospensione del provvedimento con cui il comune di Riccione ha chiuso la sala scommessa di via Portofino. La struttura sorge infatti a meno di 500 metri dalla scuola primaria “Annyka Brandi” e dalla parrocchia dei “Santi Angeli Custodi”. Dopo l’adozione da parte dell’amministrazione dell’apposito regolamento, non è possibile  aprire, entro 500 metri da luoghi sensibili, sale bingo e sale scommesse. Al momento sono quattro i giudizi (due quelli respinti circa la sola istanza di sospensione del provvedimento comunale) ancora pendenti davanti al Tar dove il Comune si è costituito contro le società ricorrenti e davanti al quale in novembre ha già vinto contro la sala Bingo. Stanno anche per scadere i termini di proroga di sei mesi, concessi rispetto al termine di adozione del provvedimento di chiusura del Comune, per un’altra attività di sala giochi risultata non a norma.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.