Indietro
menu
Standard di sicurezza elevati

Metromare, i chiarimenti di Start: troppe speculazioni politiche

In foto: il Metromare
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 3 gen 2020 12:51 ~ ultimo agg. 4 gen 11:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.395
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La persona che si è stesa sul tracciato del Metromare sarà denunciata e tutte le informazioni sono state subito fornite alle forze dell’ordine. A seguito delle polemiche sulla sicurezza esplose dopo il Capodanno (vedi notizia) tocca ora a Start Romagna cercare di fare chiarezza “perché quando si tratta di un servizio pubblico è d’obbligo dissociarlo dalla speculazione politica, accentuata dalla campagna elettorale in corso“.

Premessa la professionalità degli operatori e il rispetto delle regole (“mai sui bus, come è stato sussurrato, si va oltre la capienza consentita“), Start entra nel dettaglio del primo importante banco di prova del servizio: il Capodanno. Il Metromare, definito un caso scuola in Italia, “ha movimentato circa 15.000 persone in 11 ore, in larga parte sottratte al traffico veicolare privato e pare di buon senso affermare con uno standard di sicurezza ben più elevato”.

Start si sofferma poi sulle interruzioni di servizio avvenute sulla linea nella notte tra il 31 e l’1 gennaio parlando di “fatti chiari e documentabili” nonostante siano invece “emerse su social e organi d’informazione, ricostruzioni fantasiose e strumentali“.

Quanto al caso più grave – spiega la nota –, la persona distesa sul tracciato con il bus in arrivo, sarà comunque denunciata anche per contribuire alla chiarezza su quanto avvenuto e con quali responsabilità. Ogni informazione è da subito a disposizione delle forze dell’ordine.”

Proprio il sistema di sorveglianza – conclude – è un valore di riferimento per Start Romagna, presidiato da persone competenti e responsabili, da una tecnologia d’avanguardia che monitora quanto avviene, non solo sul Metromare, ma sugli oltre 21 milioni di km percorsi annualmente dai 600 bus della rete romagnola”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO