Indietro
menu
scovato dalla mobile

Dopo la doppia condanna, esce dal carcere ma torna a rubare

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 17 dic 2019 14:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo due anni di carcere, il giudice gli concede la misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali. Ma anziché rigare dritto, ne approfitta per compiere un furto e poi sparire. Un 33enne di Novara, residente a Rimini, è stato rintracciato e arrestato ieri pomeriggio dalla Squadra mobile di Rimini.

L’ uomo era stato condannato dal Tribunale di Pavia due volte: la prima nel dicembre 2018 alla pena di 3 anni 3 mesi e giorni 21 di reclusione in virtù di un cumulo di pene; la seconda ad un anno e due mesi. I reati che gli avevano valso le condanne erano: atti persecutori, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento seguito da incendio, violazione di domicilio e guida in stato di ebrezza. Nell’aprile di quest’anno, dopo due anni di carcere, gli era stata concessa la misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Il 16 novembre, però, l’uomo ha commesso un furto e quindi il tribunale competente ha sospeso la misura dell’affidamento in prova. Ma il 33enne ha fatto perdere le sue tracce rendendosi irreperibile. Fino a ieri, quando gli uomini della Mobile di Rimini lo hanno scovato a casa del fratello. Una volta individuato, nonostante l’atteggiamento ostruzionistico e minatorio nei confronti dei poliziotti, il ricercato è stato arrestato e accompagnato in carcere dove finirà di scontare la pena.

Notizie correlate
di Redazione