Indietro
menu
Decisione criticata

Addio cedolare secca. Galli (Lega): piccoli negozi rischiano chiusura

In foto: Galli negli studi di Icaro Tv
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 12 dic 2019 15:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La decisione del Governo di non inserire nella Manovra la proroga alla cedolare secca al 21% sugli affitti commerciali rischia di portare alla chiusura di negozi e botteghe. A dirlo è il segretario provinciale della Lega, Bruno Galli, in linea con le dichiarazionì del presidente di FIMAA Confcommercio Nello Salvati (vedi notizia). “Una decisione di questo genere – scrive Galli – taglia inevitabilmente fuori i negozi di vicinato e dei centri storici. Questo mi porta a pensare che le vetrine sfitte nei nostri borghi saranno sempre di più, purtroppo”.
Secondo Galli, tra i papabili candidati del Carroccio per le Regionali, “i partiti della sinistra si confermano sempre più affini alla grande distribuzione e ai centri commerciali.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna