Indietro
menu
Delegazione in visita

Santarcangelo studia gemellaggi coi borghi cinesi

In foto: l'incontro in Municipio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 6 nov 2019 13:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ieri mattina il sindaco di Santarcangelo Alice Parma, il vicesindaco Pamela Fussi e gli assessori Zangoli, Garattoni e Sacchetti hanno incontrato una delegazione cinese in visita a Ecomondo.

L’incontro, di carattere conoscitivo, è stato richiesto dal Centro di Cooperazione Italia-Cina per la Sostenibilità presso la Tongji University di Shanghai, rappresentato dal direttore esecutivo Zhang Fengguang. Il Centro è sostenuto dal Ministero dell’Ambiente italiano, mentre la Tongji University – gemellata con diverse università italiane quali il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e l’Università degli Studi di Firenze – è una delle più antiche università cinesi e si occupa principalmente di architettura, design e ingegneria civile.

L’intento è quello di promuovere un programma di gemellaggio tecnico, artistico e culturale tra Comuni italiani e cinesi di piccole dimensioni per la conservazione e lo sviluppo sostenibile di varie attività quali l’artigianato, la produzione locale, la tutela e conservazione del patrimonio storico-artistico e lo sviluppo di settori specifici legati al territorio quali l’enogastronomia e più in generale il turismo.

Sindaco e assessori hanno espresso interesse per la proposta, anche in considerazione del fatto che Santarcangelo è da anni all’interno del circuito Cittaslow con cui nel 2018 ha partecipato a un seminario organizzato a Yaxi, città del distretto di Gao Chun in Cina. “Oggi – ha sottolineato la sindaca Parma – l’idea di sviluppare forme di collaborazione con borghi analoghi al nostro in Cina, con il supporto delle Università, non può che trovare la nostra più ampia adesione”.