Indietro
venerdì 23 luglio 2021
menu
Domenica bagnata

Peggioramento in vista per il fine settimana

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 22 nov 2019 13:38 ~ ultimo agg. 13:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Instabilità in vista sull’Italia e sulla Romagna, spiega Roberto Nanni Tm certificato e divulgatore scientifico per Ampro meteo professionisti: “Siamo ancora soggetti ad un profondo canale depressionario che dal nordAtlantico rimane spalancato verso l’Europa occidentale e dentro al quale viaggiano diversi impulsi perturbati, che a catena si tufferanno dentro il Mediterraneo preparando un nuovo e progressivo peggioramento. Nella fattispecie dei sistemi nuvolosi approcciando il nostro paese uno dopo l’atro verranno impossibilitati nella sua evoluzione verso est propio a causa della presenza di un robusto campo di alta pressione, che persiste immutato da alcune settimane e costringerà così l’affondo dell’ennesima perturbazione a farci visita propio nel week-end”.

Per quanto riguarda l’Emilia Romagna: “lo spessore della nuvolosità è destinato ad aumentare nel corso delle giornate, non è esclusa qualche effimera occhiata di sole Venerdì sulle zone orientali, le foschie sulle pianure emiliane sono destinate a diradarsi, mentre sono attese deboli piogge a carattere sparso ed intermittente sulle aree centro-occidentali della nostra regione, tendenti a divenire maggiormente diffusi e moderati sul tratto appenninico. Domenica sono attese delle precipitazioni che nel corso della giornata tenderanno a divenire maggiormente diffuse sull’intera regione, ma con quantitativi pluviometrici che vengono previsti complessivamente contenuti. Le temperature vengono previste in rialzo con valori sopra la media del periodo, con minime stimate tra 9 e 11 gradi, massime comprese tra 13 e 16 gradi. I venti soffieranno tra il debole ed il moderato provenienti da est-sudest in successiva rotazione da nordest, con alcuni rinforzi tra costa e mare agiteranno il nostro mare sino a renderlo molto mosso al largo”.

Le previsioni di Roberto Nanni e di Aeronautica Militare.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione