Indietro
menu
Nuovi progetti EU

Il "grande" Golia prende il largo dopo la cure della Fondazione Cetacea

In foto: La liberazione di Golia
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 24 ott 2019 14:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

82 centimetri di carapace e 74 chili di peso. Sono le misure di tutto rispetto di Golia, la più grossa tartaruga salvata in 30 anni di attività dalla fondazione Cetacea di Riccione che oggi ha ripreso il mare. Recuperato il mese scorso a Cesenatico dopo una cattura accidentale di una rete a strascico Golia è stato curato dai volontari e dotato di due sistemi satellitari che permetteranno ai ricercatori del progetto europeo MedTurtles di seguirne gli spostamenti e monitorarne le abitudini.

 

Il rilascio di Golia è stato saluto sulla spiaggia davanti all’ospedale delle tartarughe da alcuni cittadini e amministratori al termine della presentazione di due progetti finanziati dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta di due iniziative di comunicazione rivolte ai giovani sui valori dell’Europa, con un particolare focus sulla tutela del mare e i cambiamenti climatici rivolti ai più giovani. I due progetti sono stati presentati dal comune di Misano e dalla stessa Cetacea e la liberazione di Golia rientra appieno nel tipo di azioni di sensibilizzazione che saranno messe in campo.

 

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO