domenica 21 aprile 2019
In foto: il monumento con la targa rubata oggi
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mar 26 mar 2019 18:04 ~ ultimo agg. 18:12
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un atto vandalico a Bologna ha danneggiato il monumento che ricorda le vittime della banda della Uno Bianca, nel giardino a loro dedicato in viale Lenin. Ignoti hanno staccato e asportato la targa, con incisi i nomi delle 24 vittime del gruppo criminale, alla base del monumento. Il danneggiamento è stato denunciato ai carabinieri.

A rendere noto l’episodio è la presidente dell’associazione familiari delle vittime, Rosanna Zecchi, che tramite l’Ansa lancia anche un appello: “Il gesto ci ha profondamente offeso e lo consideriamo uno sfregio ai nostri morti. Chiediamo quindi a coloro che avessero compiuto questo danno e non conoscendone la sua importanza morale, di restituirla, anche in forma anonima, vista la sua scarsa importanza economica.”

Tra le vittime ci sono anche il sovrintendente della Polizia di Rimini Antonio Mosca, ucciso nell’ottobre 1987, e la guardia giurata Gianpiero Picello, ucciso nell’assalto alla Coop delle Celle del febbraio 1988.

Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa: “A Rosanna Zecchi, a tutti i famigliari delle vittime va tutta la nostra più sincera vicinanza, certi che i responsabile di questa viltà verranno individuati dalle autorità competenti e puniti”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna