Indietro
menu
La replica del gestore

Ristorante a Viserba trasformato in una sala da ballo

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 18 feb 2019 13:16 ~ ultimo agg. 19 feb 13:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 2.842
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Avevano trasformato il ristorante in una sala da ballo con tanto di consolle, impianto di amplificazione acustica, dj e, naturalmente, musica a tutto volume . Il gestore del ristorante La Rusticana, a Viserba, è stato multato e deferito all’autorità giudiziaria dalla polizia Municipale di Rimini, distaccamento di Viserba, in quanto l’intrattenimento danzante era effettuato senza aver fatto verificare da una commissione tecnica la solidità e la sicurezza dell’edificio. Inoltre il locale era sprovvisto di uscite adatte in caso di incendio e di conseguenza privo della licenza di collaudo-agibilità. 

All’arrivo degli agenti, all’interno del ristorante era stato allestito con un vero e proprio impianto di illuminazione da discoteca ed era stata creata una pista da ballo liberando la parte centrale del locale da tavoli e sedie. Un evento non certo episodico dato che la pagina Facebook del ristorante pubblicizzava settimanalmente serate danzanti.

Nel corso dei controlli i poliziotti hanno accertato anche altre irregolarità come la mancata esposizione di orari e listini di prezzi al pubblico, l’assenza dell’apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico e della necessaria etichettatura degli alimenti. Tutte violazioni poste al vaglio delle autorità competenti che decideranno se prendere eventuali misure interdittive o sospensive della licenza.

Già nel marzo del 2012, sotto un’altra gestione, La Rusticana fu posta sotto sequestro per intrattenimenti danzanti senza autorizzazioni e per violazione delle normative di sicurezza antincendio.

“Nessun ristorante trasformato in discoteca, ma una semplice festa tra amici”, tiene a precisare Alessandro Orlandi, l’attuale gestore de La Rusticana. “Un gruppo di venti persone, terminata la cena, ha spostato sedie e tavoli per ballare quattro, cinque canzoni messe su dall’animatore del gruppo che si è improvvisato dj. Il ristorante l’abbiamo preso in gestione da dicembre e ogni tanto organizziamo serate musicali, dove vengono a esibirsi dei gruppi. Ma niente balli, solo karaoke o musica dal vivo. Quanto accaduto a inizio febbraio è stata un’eccezione, che mi è costata la bellezza di 8mila euro. Una sanzione – conclude Orlandi – che ritengo esagerata, soprattutto per chi cerca di mandare avanti un locale che nel periodo invernale fatica a lavorare. Ad ogni modo mi sono subito attivato per richiedere i permessi per poter organizzare feste private”.  

Per poi aggiungere ulteriormente: “il locale è dotato di misure di sicurezza quali aperture a spinta antipanico, estintori rivisionati e impianto elettrico a norma, gli impianti che esistono nel locale, luci colorate e impianto audio sono di proprietà del locale, quindi già esistenti in precedenza che comunque viengono utiliziati solitamente : l’audio per la visione di sky su grande schermo, con regolare contratto per locali e le luci per i concerti con gruppi musicali emergenti e no. Per quanto riguarda i volumi sono stati regolati in base alle normative.. non certo a pieno volume”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione