Indietro
menu
Basta alcol sulle strade

Ubriachi alla guida: nel 2018 ritirate 105 patenti

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 3 dic 2018 12:50 ~ ultimo agg. 14:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il contrasto all’uso di alcol durante la guida da parte della polizia Municipale, con l’ausilio dei carabinieri, ha portato quest’anno al ritiro di 105 patenti, di cui 12 nel solo mese di novembre, a fronte dei 3.000 controlli  di alcol test effettuati a partire dal gennaio scorso. Numeri che fanno riflettere e che inducono l’assessore alla Sicurezza, Jamil Sadegholvaaad ad affermare che “quello della guida sotto effetto delle sostanze alcoliche o degli stupefacenti è un fenomeno preoccupante per la sicurezza di tutti ma specie per i giovani, per i quali, alla luce delle stime più recenti a livello nazionale, risulta essere attribuibile all’alcol addirittura il 25% degli incidenti stradali in cui sono stati coinvolti”.

Normalmente il conducente di un veicolo non deve superare lo 0,5 g/l di tasso alcolemico, ma scende allo 0,00 g/l per alcune categorie come i conducenti professionali (autonoleggio con conducente o taxi) per i quali vige il divieto assoluto di bere alcolici. Per tutti gli altri, se trovati positivi, le sanzioni sono severe e partono dalla sospensione della patente, 10 punti di decurtazione con l’aggiunta di una sanzione amministrativa pesante, che raddoppia in caso di incidente stradale (previsto anche il fermo amministrativo del veicolo per 180 giorni), per coloro sorpresi alla guida con un tasso alcolemico compreso fra 0,5 e 0,8 g/l, ma che diventa penale già da chi registra un tasso tra lo 0,8 e l’ 1,5 g/l. In questo caso la sanzione amministrativa può essere quella dell’ammenda o dell’arresto, mentre le pene pecuniarie si aggravano ed è anche previsto il sequestro amministrativo finalizzato alla confisca se il conducente è alla guida di un ciclomotore o motociclo. Pene destinate a crescere se il tasso registrato supera 1,5 g/l. Per alcune categorie come i conducenti di età inferiore ai 21 anni o i neo patentati ovvero coloro che hanno conseguito la patente B da meno di 3 anni la sanzione viene ulteriormente inasprita.

 

Altre notizie
Il monitoraggio settimanale

L'Rt dell'Emilia Romagna sale 1,13

di Redazione
Ma decisione presto superata

L'Emilia Romagna evita la zona rossa

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione