Indietro
menu
No al depotenziamento

Punto Rosa rigetta strumentalizzazioni: lottiamo per la Senologia del Franchini

In foto: l'ospedale Franchini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 15 dic 2018 12:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rigetta qualsiasi tipo di strumentalizzazione politica ma ribadisce il proprio netto “no” al progetto Os.Co. nell’ospedale di Santarcangelo. L’associazione il Punto Rosa torna a criticare la scelta di realizzare questa struttura di degenza territoriale (Ospedale di Comunità) denunciando il conseguente depotenziamento della chirurgia senologica del Franchini.
Il Punto Rosa – si legge in una nota – non ha mai posto veti ad incontrare le istituzioni per chiarire il proprio giudizio negativo sul progetto OS.CO. Anzi è stato chiesto un incontro urgente con l’Ausl Romagna pochi giorni prima che iniziassero i lavori di trasloco e ristrutturazione del reparto di Chirurgia Senologica in favore della nuova struttura. Il secondo incontro con la Ausl per verificare le criticità da noi sollevate – prosegue l’associazione – è stato cancellato dal suo Direttore Sanitario che, con un secco comunicato, ha interrotto il dialogo”.
Secondo il Punto Rosa “nel 2016 si è svenduto il primariato in favore di Forlì e oggi si completa l’opera di depotenziamento e ridimensionamento, inserendo l’OS.CO. dentro la Chirurgia Senologica di Santarcangelo.
Un progetto irragionevole” attacca l’associazione ricordando che “tale commistione non esiste in nessuna azienda sanitaria nazionale”.
Il punto Rosa, che riunisce donne colpite da tumore, annuncia a breve una raccolta firme per la petizione “NO AL RIDIMENSIONAMENTO E DEPOTENZIAMENTO DEL REPARTO DI CHIRURGIA SENOLOGICA dell’Ospedale Franchini”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione