domenica 20 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 24 set 2018 14:35
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’amministrazione di Riccione è stata capace di trovare 25mila euro per lo Yeti, perché tagliare 6mila euro per i laboratori di lettura? Leggere vale meno di un pupazzo?” A porsi la domanda è il gruppo consigliare riccionese del Pd commentando il taglio dei fondi dedicati al laboratorio “Avventure in biblioteca” dedicato gli alunni delle elementari con la richiesta di un obolo di 2 euro ad uscita per ogni bambino. “Decisione – si legge in una nota – che non condividiamo affatto perché la formazione dei cittadini di domani passa attraverso la crescita personale dei bambini che avviene anche grazie all’esperienza unica e preziosa della lettura.
Il Pd chiede al sindaco Tosi di non “accampare giustificazioni” ma ammettere l’errore e far approvare l’emendamento che il partito presenterà in consiglio comunale per ripristinare i 6 mila euro per il laboratorio di lettura, prelevando l’importo dal fondo di riserva per spese correnti.
Perché – conclude la nota – come scriveva Calvino “Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà.” Un esercizio straordinario per immaginare un presente non definitivo e quindi la città di domani.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna