mercoledì 16 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 22 set 2018 14:13
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono state 13 nei mesi scorsi le persone intossicate dai funghi nel riminese in cinque distinti episodi. Fortunatamente nessuno con conseguenze fisiche permanenti. Sempre meglio però, per stare dalla parte del sicuro, rivolgersi agli Sportelli Micologici dell’A.USL Romagna che riaprono da lunedì. Ogni anno sono circa 200 i certificati di controllo funghi eseguiti in provincia.

Tre le sedi abilitate ad effettuare i controlli a titolo gratuito:
. Rimini (in area ospedaliera, accesso da Via Flaminia, primo edificio sulla sinistra dopo la rotatoria) aperto il lunedì e venerdì dalle ore 15 alle ore 17;
. Riccione (Quartiere Fontanelle presso associazione micologica Bresadola, via Sicilia) aperto il lunedì dalle ore 15 alle ore 17 e il venerdì dalle ore 9 alle ore 11;
. Novafeltria (piazza Bramante, 10) aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8 alle ore 9.

E’ anche possibile prendere appuntamento, fuori dai suddetti orari, telefonando allo 0541.707290.

Qualche consiglio

Attenzione al corretto riconoscimento del fungo, buona conservazione dello stesso e adeguata osservanza delle prescrizioni relative alla cottura sono le tre regole d’oro per un consumo sicuro. E’ bene raccogliere solo funghi freschi e di sicura commestibilità, non impregnati d’acqua, ammuffiti, invasi da parassiti fungivori, semicongelati, troppo vecchi, eccessivamente piccoli o comunque al di sotto delle dimensioni previste dai regolamenti. E’ comunque buona norma non far consumare funghi spontanei a bambini, persone anziane, donne in stato di gravidanza e a tutti coloro che soffrono di patologie allergiche, del fegato, stomaco ed intestino.

 

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna