Indietro
menu
Politica Rimini

Approvato il Dup. Ma in consiglio tiene banco il bando periferie

In foto: una seduta
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 14 set 2018 18:23 ~ ultimo agg. 15 set 12:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con 16 voti favorevoli, 9 contrari e 1 astenuto, il Consiglio Comunale ha approvato ieri sera il Documento Unico di Programmazione 2019-2021. Si tratta dell’atto che raccoglie gli indirizzi che dovranno guidare la predisposizione del bilancio e che individua le linee strategiche del prossimo triennio. Nel corso del dibattito a tenere banco sono stati il bando periferie e l’accordo siglato dall’Anci col Governo che dovrebbe salvare i fondi, compresi i 18 milioni per Rimini Nord. A tirare fuori l’argomento, poi riproposto anche da altri consiglieri, è stato Marzio Pecci della Lega. A rispondere alle sollecitazioni il sindaco Andrea Gnassi, presente martedì a Roma all’incontro col premier Conte.

[fvplayer src=”https://www.youtube.com/watch?v=f6nywrIe74A&feature=youtu.be” splash=”https://i.ytimg.com/vi/f6nywrIe74A/sddefault.jpg” caption=”Approvato il Dup. Ma in consiglio a Rimini tiene banco il bando periferie”]

Approvata dal consiglio, con 22 voti a favore e 6 astenuti, anche la delibera per la “costituzione di servitù d’uso permanente onerosa su piccola porzione di area di proprietà comunale ubicata in strada di fondovalle Rimini – Rsm a favore ditta Sebron s.p.a.” e la nomina collegio dei revisori per il triennio 2018/2021 (25 voti favorevoli e 1 astenuto).

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione