Indietro
menu
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Riccione

Violenza sessuale alla colonia Casa del Bimbo. Fermati i due aggressori

In foto: Il tenente di Donna con alle spalle i due fermati
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 16 lug 2016 15:30 ~ ultimo agg. 18 lug 14:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 2.523
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una violenza consumata nel dramma dell’emarginazione e della solitudine. La vittima è una riminese di 46 anni che da tempo vive ai margini. I carabinieri l’hanno individuata ieri pomeriggio attorno alle 15 in zona Marano a Riccione con il volto tumefatto e molto provata.

Ai militari ha raccontato che era stata violentata da due uomini, all’interno di una stanza al terzo piano della colonia abbandonata Casa del Bimbo. La violenza era avvenuta la notte prima, era stata menata, le botte le hanno provocato uno zigomo e la mandibola rotta, poi i due, non paghi, l’avevano rapinata del cellulare e rinchiusa dentro la stanza, bloccando la porta con un laccio. Solo il giorno dopo la 46enne si è riuscita a liberarsi per chiedere aiuto.

I carabinieri l’hanno soccorsa e le hanno mostrato alcune foto segnaletiche di personaggi che avevano identificato nei giorni precedenti proprio in un controllo nelle colonie abbandonate. La senza tetto ha riconosciuto in due fotografie i suoi aggressori. Immediato il controllo dei militari nella colonia dove gli aggressori, due marocchini, un 21enne pluripregiudicato e un 19enne incensurato, entrambi clandestini, stavano dormendo al quarto piano dello stabile.

I due fermati

Nella stanza della violenza sono state trovate macchie di sangue che rendono attendibile il racconto della donna: sarebbe stato il pregiudicato ad abusare di lei, mentre l’altro la teneva ferma e faceva il palo alla porta. All’arrivo dei carabinieri i due hanno mostrato un atteggiamento di strafottenza. Sono stati fermati per violenza sessuale e rapina, in attesa della convalida. Uno dei due è stato anche denunciato per porto abusivo di armi. Aveva con se un coltello.

La donna è stata oggi sottoposta ad un controllo maxillofacciale. “La condizione interna – ha detto il tenente dei carabinieri Marco Di Donna, comandante del nucle radiomobile – è davvero disumana. Escrementi per terra, sporcizia ovunque, fetore, cocci di vetro”.

Notizie correlate
di Redazione