Indietro
menu
Politica Riccione

Salvaguardia equilibri di Bilancio 2016: entro luglio in Consiglio Comunale

In foto: Renata Tosi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 21 lug 2016 14:19 ~ ultimo agg. 14:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.434
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nessuna previsione di aumento tasse e investimenti su scuole, piste ciclabili e beni comunali. Rispettato il patto di stabilità. Sono le premesse della salvaguardia e dell’assestamento al bilancio 2016 e al triennale 2016-2018 che arriva domani in commissione consiliare, per poi essere discusso in consiglio comunale entro il 31 luglio.

Atersir prevede un aumento per il servizio raccolta rifiuti ma il comune ha deciso, per evitare l’aumento della tariffa, di riassorbirlo con l’utilizzo del fondo Tasi. L’indennità di disagio ambientale, corrisposta da Hera al Comune sarà utilizzata per ampliare il sistema della raccolta porta a porta e aumentare il numero delle piante in città.

Si prevede, inoltre, di intervenire per la sistemazione della scuola Annika Brandi, della palestra San Lorenzo, a Villa Franceschi. Sarà anche fatta manutenzione all’ex asilo di via Cairoli per ospitare la nuova sede del Centro per le Famiglie e il Centro di Documentazione Multimediale. Sarà anticipata la realizzazione della pista ciclabile di viale d’Annunzio, da Piazzale Giovanni XXIII a Piazzale Azzarita per un importo di 400.000 euro.

Continua il percorso di taglio alle partecipate con l’eliminazione del contributo ad Apea. Con i rimborsi dalla Camera di Commercio, per la liquidazione della società Palariccione, si vuole investire su diversi settori, in primis il turistico.

L’amministrazione parla di “una gestione di bilancio sana che va incontro alle priorità della città“.

Sicurezza, manutenzione e decoro cittadino, turismo e attenzione per il sociale, in particolare per la parte più debole della popolazione” le linee guida dettate dal Sindaco Renata Tosi che aggiunge “abbiamo rispettato il patto di stabilità, i vincoli di indebitamento con insussistenza di debiti fuori bilancio, mantenendo invariata la pressione fiscale locale, tutte le aliquote, gli scaglioni e le tariffe delle imposte”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO