Indietro
menu
Attualità Riccione

Viaggi privati promossi al Centro anziani: l'ira del sindaco

In foto: Repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 17 dic 2014 16:39 ~ ultimo agg. 22:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una festa per gli anziani riccionesi usata per promuovere viaggi e diffondere la convinzione che il Comune non ne avrebbe più organizzati: un episodio che ha mandato su tutte le furie il sindaco Tosi. Il “fattaccio” è avvenuto domenica scorsa al Circolo Sociale “I Villaggi” di via Arezzo dove si è svolta, col sostegno dell’Assessorato Agli Affari Sociali del Comune di Riccione, l’annuale cena degli auguri per gli anziani.

Ai numerosi ospiti – riferisce una nota dell’Amministrazione Comunale di Riccione – è stato distribuito un volantino promozionale di una sconosciuta agenzia di viaggi per promuovere dei pacchetti viaggio a loro dedicati con itinerari e mete suggestive. A fronte, appunto, di uno stop ai viaggi per gli anziani da parte del Comune.

Sui volantini c’era il recapito dell’ex dipendente comunale in pensione che continuava come consulente a organizzare questo tipo di viaggi per l’Amministrazione, percependo un compenso di 3.500 euro. Incarico che, spiega chiaramente il sindaco Tosi, a questo punto è al capolinea.

“I nostri Servizi Sociali, come sempre, organizzeranno i viaggi e i soggiorni per gli anziani – assicura il sindaco Renata Tosi Ma ciò che lascia basiti è l’uso strumentale e privato di un evento sociale pubblico per promuovere un’iniziativa privata”. Una tirata d’orecchi anche ai responsabili del centro: “Casi come questi non devono più accadere. I centri sociali e quelli di Buon Vicinato sono strutture pubbliche al servizio dei cittadini. Non possono trasformarsi in centri di interessi ed affari privati”.