Indietro
menu
Lavoro Provincia

Nel 2014 quasi 9 milioni di ore di Cassa Integrazione. CGIL: la politica non risponde

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 19 dic 2014 18:22 ~ ultimo agg. 20 dic 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In un solo mese un milione in più di ore di cassa integrazione in Provincia.

I dati della crisi gennaio – ottobre 2014

Cassa ordinaria: 667.840 ore
Cassa straordinaria: 4.143.256
Cassa in deroga: 3.037.027
Totale: 7.848.123
I dati della crisi gennaio – novembre 2014
Cassa ordinaria: 713.627 ore
Cassa straordinaria: 4.591.962
Cassa in deroga: 3.552.468
Totale: 8.858.057

Numero accordi sospensioni artigianato: 797

La nota della CGIL di Rimini: 

Solo con il lavoro, il buon lavoro e non quello povero dei voucher, si esce dalla crisi. Vogliamo immaginare che sia un pensiero che accomuna tutti quanti a partire da chi governa e rappresenta un territorio. Abbiamo sottoscritto, oltre un mese fa, un documento di intenti insieme a CISL UIL ANCE e UNINDUSTRIA, inviato a tutte le Amministrazioni Comunali, per avanzare proposte di riqualificazione del territorio urbano ambientalmente sostenibili che aiutino la ripresa nel settore delle costruzioni, massacrato dalla crisi (con la chiusura di moltissime imprese e la perdita di duemila posti di lavoro). Abbiamo invitato, oltre un mese fa, le Amministrazioni Locali a convocare Consigli Comunali aperti per discutere delle ripercussioni sul nostro territorio dei provvedimenti del Governo sul lavoro (Jobs Act) e Legge di Stabilità (voucher, riduzione/superamento cassa in deroga, riforma delle Province). Gli unici incontri ottenuti sono stati: quelli con gli Amministratori di Verucchio, Talamello, Maiolo e Santarcangelo e il Consiglio Comunale aperto di Coriano. A Rimini, Sindaco e onorevoli parlamentari non solo non hanno ascoltato le proposte che abbiamo avanzato, ma non hanno neppure indicato luoghi istituzionali nei quali confrontarci in merito alle questioni più urgenti. Ascoltare chi quotidianamente affronta i problemi del lavoro, che non c’è, sarebbe utile alla politica se vuole essere al servizio dei cittadini. Ricercare collettivamente soluzioni per cominciare a dare delle risposte ai problemi reali è un impegno non più rimandabile. Aeroporto, Fiera, Palas, ASL Romagna, appalti, crisi aziendali, trasporto pubblico, legalità, chi se ne deve occupare? Non si potrà continuare a bussare alla porta del Prefetto per ogni cosa!

Segreteria CGIL Rimini

Notizie correlate
di Redazione