venerdì 18 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 19 lug 2012 15:38 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Poche semplici regole per sostenere un modello pubblicitario e comunicativo che non cada nei soliti stereotipi per cui una bella ragazza, meglio se poco vestita, vende di più. E’ l’idea di fondo del protocollo d’intesa per l’attività di sensibilizzazione contro la discriminazione voluto dal comune di Rimini e sottoscritto da 11 tra media locali e agenzie pubblicitarie. Tra i firmatari il gruppo Icaro e il Settimanale Il Ponte, che da sempre hanno nella loro linea editoriale il rispetto e la tutela della donna. Il protocollo, primo in Italia, è la traduzione di un impegno già sottoscritto dai consigli provinciale e comunale per lo sviluppo di una nuova cultura, scevra da pubblicità sessiste e immagini di violenza nei confronti della figura femminile. “Quello che desideriamo intraprendere – spiega Nadia Rossi, assessore alle Politiche di Genere del comune di Rimini – è una nuova cultura che parta da un nuovo sguardo sulla donna che non è certo quella che appare nelle pubblicità e nelle immagini che ogni giorno ci vengono proposte. Una responsabilità che abbiamo chiesto di condividere anche con i privati che operano nel mondo della comunicazione. “Non è un caso – ha aggiunto l’assessore Rossi – che il protocollo, primo in Italia, nasca a Rimini, che per troppo tempo è stata identificata con il divertimentificio e l’effimero. E’ una sfida a cui crediamo”

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna