Indietro
menu
Regione

Capitanerie di Porto: nel 2007 sequestri ittici in aumento

In foto: Nel 2007 sono aumentati i controlli sulla filiera della pesca in regione. È quanto emerge nel consuntivo dell'attività svolta dalle capitanerie dei nove porti dell'Emilia Romagna.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 28 gen 2008 19:15 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel 2006 i prodotti ittici sequestrati erano stai meno di otto tonnellate.

Oltre undici tonnellate di pesce sequestrato dalle Capitanerie di Porto della regione che hanno tracciato il bilancio dell’attività 2007 relativa alla filiera della pesca. Nella maggior parte dei casi, quasi quattro tonnellate, i sequestri hanno riguardato novellame, vale a dire prodotti sotto misura.
Il picco dell’attività si è registrato nel periodo natalizio dove, tra mare e terra, gli uomini della capitaneria hanno compiuto ben 663 controlli che hanno portato a 31 sanzioni amministrative, per un totale di 39.000 euro di multe, e al ritrovamento di oltre una tonnellata di pesce mal conservato o privo di etichetta.
In totale nell’anno appena trascorso sono state indagate 422 persone per violazione delle normative sulla pesca, 38 quelle denunciate. Il valore dei prodotti ittici sequestrati ha sfiorato i 50.000 euro mentre quello degli attrezzi da pesca requisiti ha superato i 51mila.
Oltre all’attività in mare è stata alta anche l’attenzione a terra con 11.000 ispezioni e 547 mercati ittici monitorati.
Il Centro Controllo dell’Area Marittima di Ravenna sta già predisponendo il piano operativo per il 2008.
(Newsrimini.it)

Notizie correlate
di Redazione