Indietro
menu
Provincia Sanità

Anche i vigili in azione per salvare dall'infarto. Attivo un nuovo servizio

In foto: Anche i vigili urbani in azione per salvare chi è vittima di un infarto. Tra pochi giorni sarà operativo nei comuni di Rimini, Riccione, Santarcangelo e Bellaria un nuovo servizio coordinato dalla centrale operativa del 118-Rimini Soccorso, per rendere ancora più celere l'intervento in caso di infarto.
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 14 lug 2004 18:22 ~ ultimo agg. 16 dic 12:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In un anno sono 350 i riminesi che muoiono per infarto. Intervenire in tempi brevi è vitale: l’uso del defibrillatore nei primi 5 minuti può salvare la vita del paziente. Amedeo Corsi, direttore dip. Emergenza Infermi e resp. 118 ci spiega le modalità del nuovo servizio e ammonisce chi preferisce il trasporto in ospedale fai da te all’intervento dell’ambulanza.

 

Dopo i vigili del fuoco, i carabinieri di Riccione e la capitaneria di porto anche le polizie municipali entrano, così, nella rete d’intervento. Sono già 435 i soccorritori non sanitari addestrati all’uso del defibrillatore, 95 sono vigili urbani e potranno contare su 9 defibrillatori (2 a Bellaria, Santarcangelo e Riccione, 3 a Rimini). Una macchina salvavita costa 2mila euro, attualmente in provincia sono 27 dislocate in strutture pubbliche e private dove si concentra un maggiore afflusso di gente; ma sono ancora troppo pochi gli operatori che si sono attrezzati per il primo intervento. Antonio Destro è responsabile Emergenze Cardiache e coordinatore Riminicuore.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO