Indietro
menu
Riccione

Riccione: ultimi giorni per il Corso per Tecnico audiovisivo digitale

In foto: Ultimi giorni per l'iscrizione al Corso di formazione gratuito per Tecnico della realizzazione audiovisiva digitale progetto promosso da SCENAPRIMA ed EUROPA INFORM (FSE ob.3- Provincia di Rimini).
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 20 set 2003 18:25 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le richieste di partecipazione vanno inoltrate a:
Centro Studi Europa Inform

via Cairoli 73 -47900 Rimini RN

tel 0541-786652
fax 780253

Ricevuto, pubblichiamo l’illustrazione delle caratteristiche della figura professionale del tecnico che verrà formato con il corso.

TECNICO DELLA REALIZZAZIONE AUDIOVISIVA DIGITALE
Presentazione sintetica a cura di Davide Schinaia

L’avvento delle nuove tecnologie porta innovazioni notevoli nell’ambito dei processi lavorativi, come ad esempio l’utilizzo del digitale lungo tutta la catena produttiva, fatto che conduce alla semplificazione della lavorazione e ad un abbattimento dei costi, a patto di un costante aggiornamento delle risorse umane. In altri termini, le innovazioni tecniche sortiscono effetti significativi solo se il mercato del lavoro riesce a soddisfare la richiesta di figure professionali qualificate.
Nel campo in questione, si avverte la necessità di realizzatori di audiovisivi che sappiano sfruttare al meglio gli strumenti digitali di raccolta ed editaggio dei materiali e, allo stesso tempo, abbiano un’idea dei processi produttivi e del contesto di mercato dell’audiovisivo.

Contesto e obiettivi
La maggiore accessibilità all’acquisto e all’uso degli strumenti della realizzazione audiovisiva, resa possibile dalla tecnologia digitale, ha permesso lo sviluppo di progetti creativi anche da parte di piccoli soggetti produttivi. Il fenomeno, che qualcuno ha voluto chiamare “microcinema”, e che in realtà eccede i limiti del linguaggio cinematografico sotto l’influenza di altri linguaggi come la computer-grafica, si manifesta nell’espansione della produzione audiovisiva a vari livelli.
L’Emilia Romagna e più in specifico l’area di Rimini e provincia contano una quantità di entità produttive legate alla comunicazione d’impresa, allo spettacolo e all’intrattenimento.
Da un’osservazione sul campo, è possibile registrare, in primo luogo, un incremento d’uso del supporto audiovisivo nell’area generica della comunicazione e dell’istruzione. In particolare, la comunicazione d’impresa non può più prescindere dall’efficacia dell’audiovisivo nella documentazione e nella propaganda.
Esistono, in secondo luogo, realtà produttive di ambito artistico, che hanno trovato nelle tecnologie digitali una valida risorsa per sperimentare il linguaggio audiovisivo nella ricerca formale. Motus, Giardini Pensili, Teatrino Clandestino, Xing sono alcuni esempi di entità creative che si avvalgono dello strumento audiovisivo e che, pur avendo la capacità progettuale di creare contenuti e pianificarne la produzione, spesso si trovano a fare i conti con la carenza di realizzatori tecnici.
Nonostante il proliferare delle realtà in oggetto, infatti, vi è una carenza di figure professionali come operatori di ripresa o montatori che abbiano maturato competenze di alto livello e sensibilità estetica.
Le cause di tale situazione sono a ricercarsi, ad esempio, nella scarsità di percorsi formativi scolastici o superiori dedicati specificamente alle professioni dell’audiovisivo. I pochi che hanno la fortuna di specializzarsi altrove, spesso preferiscono lavorare in grandi città, dove si ha l’impressione vi siano maggiori sbocchi occupazionali. Vi è poi una difficoltà oggettiva, per chi desidera “imparare il mestiere”, di entrare in contatto con professionisti del settore e, soprattutto, incontrare la loro disponibilità a trasmettere conoscenze.
Le condizioni fin qui analizzate ci portano a dedurre che è impossibile affidare alla spontaneità del caso la proliferazione di realizzatori tecnici di audiovisivi. La crescita del settore richiede invece la formazione sistematica di tali figure professionali; il presente progetto va incontro a questa necessità.
L’obiettivo principale del corso per tecnici della produzione audiovisiva digitale è proprio quello di fornire competenze tecniche volte all’uso delle tecnologie digitali, finalizzate alla realizzazione dell’audiovisivo.
Il tecnico della produzione audiovisiva digitale è in grado di:
.analizzare il progetto di un audiovisivo, prevederne le problematiche tecniche e prospettare soluzioni
.raccogliere ed editare il materiale audiovisivo mediante l’uso di tecnologie digitali

Sbocchi occupazionali
Le competenze professionali del tecnico della produzione audiovisiva digitale possono essere necessarie: nel campo della documentazione visiva di eventi spettacolari, nell’area della creazione artistica delle entità produttive provinciali e regionali, nei settori della produzione televisiva e cinematografica, nell’industria dei nuovi media e nell’editoria multimediale, nel settore del turismo e della promozione culturale e turistica, nelle strutture ospedaliere e nel campo della divulgazione scientifica, nella comunicazione d’impresa e nel settore fieristico e congressuale.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.