Indietro
menu
Valmarecchia Viabilità

'Insieme per la Valmarecchia': due strade nuove per risorse e territorio

In foto: Valorizzare ruolo e risorse della Valmarecchia con nuove strutture, iniziative e strumenti, e tramite una maggiore collaborazione fra comuni e Province di Rimini, Pesaro e Repubblica di San Marino.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 1 set 2003 13:15 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A proporlo è l’associazione “Insieme per la Valmarecchia” che ha proposto una tavola rotonda che si è tenuta sabato pomeriggio a Corpolò, alla sede del Consiglio di Quartiere.
L’Associazione ha presentato i propri obiettivi, accomunati dalla convinzione che la valorizzazione economica e culturale dipenda anche dalla facilità dei collegamenti, di spostarsi e trasportare merci: sabato la tavola rotonda è così stata incentrata soprattutto sul tema della viabilità, con due proposte sul piatto. Nel suo discorso, il Presidente dell’associazione Martino Surdo, ha infatti proposto la costruzione di due strade nuove.
La prima rappresenterebbe un percorso alternativo per collegare la Marecchiese alla superstrada di San Marino (o ad una nuova bretella di collegamento tra A 14 e RSM), con partenza tra Gualdicciolo e la prima rotonda di Villa Verucchio; la seconda nuova strada dovrebbe collegare invece l’Alta Valmarecchia e la E 45, tra il territorio di Pennabilli e Sant’Agata Feltria per favorire i collegamenti nazionali.
A queste richieste, il Vicepresidente della Provincia Maurizio Taormina, presente all’incontro, ha ribadito l’impegno della Provincia a mettere in sicurezza la Marecchiese con una serie di interventi già in cantiere o in partenza, a cui si aggiunge la prossima inaugurazione del primo stralcio della strada di Gronda che dovrebbe alleggerire l’impatto del traffico in uscita dal casello dell’A14 di Rimini Nord:

Notizie correlate
di Lamberto Abbati