Indietro
menu
Ambiente Provincia

In missione per conto dell'ecologia: Romani e Rossi in scooter da Lunardi

In foto: Da Rimini a Roma su due scooter alimentati a metano per dimostrare che esistono alternative meno inquinanti ai motorini oggi in uso.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 26 set 2003 18:53 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cesarino Romani, assessore
all’Ambiente della Provincia di Rimini e Roberto Rossi,
insegnante dell’istituto Alberti, la scuola che ha studiato la
conversione dei due prototipi, incontreranno così il ministro
dell’Ambiente Altero Matteoli per presentare il progetto.

L’obiettivo é ottenere l’omologazione degli scooter a
metano e gpl. I due motociclisti faranno tappa lunedì a
Bologna, dopo essere partiti di buon mattino, per incontrare gli
assessori regionali alla Mobilità e ai Trasporti Alfredo Peri e
alle Politiche sociali Gianluca Borghi.
Quindi Romani e Rossi
ripartiranno per Firenze, accompagnati da Borghi, per poi
incontrare il ministro mercoledì. Un anno fa l’assessore e l’insegnante aveva percorso la Rimini-Bologna per presentare i
prototipi alla Regione, e chiederne l’appoggio (ottenuto). Lì
avevano presentato i vantaggi della conversione di uno scooter
150 a metano: cento chilometri con un euro, senza scaricare
nell’aria monossido di carbonio, ossido di azoto, polveri fini,
e riducendo l’emissione di anidride carbonica. Il difetto stava
nel prezzo del kit: sui 1.000 euro.
Nell’occasione, Romani e Rossi consegneranno al ministro
anche la ‘Piattaforma per l’Adriatico’, un documento
programmatico contenente gli interventi per la tutela e la
valorizzazione dell’Adriatico e la richiesta al Governo di
inserire nell’ agenda della programmazione del semestre italiano
di Presidenza dell’ Ue il tema del suo risanamento e della sua
tutela.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.