20 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Falsi ufo: denunciato il Comune

CronacaRiccione

31 luglio 2001, 10:30

in foto: Non si placano le polemiche sul falso atterraggio degli ufo ad Aquafan a Riccione. Il Centro Ufologico Nazionale ha infatti annunciato che presenterà un esposto alla magistratura contro i responsabili del falso ritrovamento di tracce ufo.
curiosità: il sito del CUN: www.cun-italia.net

Nel comunicato, il CUN imputa al comune di Riccione di aver inscenato un falso atterraggio di extraterrestri per promuovere una campagna pubblicitaria e si appella all’articolo 656 del codice penale che punisce la diffusione di notizie false ‘suscettibili di turbativa pubblica’. Il Cun intende tutelare la propria immagine e il proprio operato per ribadire il ruolo istituzionale di controllo e di analisi legata a fatti ufologici di rilievo nazionale. Il testo integrale del documento del CUN:
IL CUN, Centro Ufologico Nazionale, a seguito dei clamorosi fatti di Riccione, dove si è inscenato un falso caso di atterraggio UFO, messo in atto dall’Amministrazione Comunale per promuovere una campagna pubblicitaria turistica, considera l’accaduto un pericoloso precedente atto a danneggiare l’immagine ed il rigoroso lavoro di indagine che Enti privati, scientifici e organismi militari portano avanti con senso di responsabilità e tra mille difficoltà.
Il C.U.N. , che ribadisce il proprio ruolo istituzionale di controllo, verifica e analisi di eventi legati alla casistica ufologica sul territorio nazionale da 35 anni quale Ente privato di ricerca, è accreditato presso il Ministero della Difesa che opera istituzionalmente una sistematica raccolta delle segnalazioni Ufo attraverso il Reparto Generale Sicurezza dello Stato Maggiore Aeronautica.
Il CUN intende tutelare la serietà del proprio operato e l’immagine nonché la salute dei suoi inquirenti, che si sono esposti pericolosamente per ore durante i rilievi, ai miasmi degli agenti chimici usati per produrre le false tracce.
Conseguentemente presenterà un esposto presso la Magistratura competente perché l’autorità giudiziaria proceda contro i responsabili di tale gesto, a norma dell’art. 656 del Codice di Procedura Penale che punisce la diffusione di notizie false suscettibili di turbativa pubblica.
Il carattere apolitico, aconfessionale e apartitico del CUN non consente di coinvolgerci politicamente nelle conseguenze di questo atto dovuto, portato avanti con il solo fine di far prevalere la verità dei fatti, al di la di ogni loro possibile strumentalizzazione.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454