Indietro
menu
possibile effetto domino

Furto dati personali. San Marino multa Facebook per 4 milioni

In foto: San Marino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 27 gen 2023 07:41 ~ ultimo agg. 15:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Meta Inc., la società di Mark Zuckerberg proprietaria di Facebook, dovrà pagare una multa di 4 milioni di euro comminata dall’Autorità per la Protezione dei Dati Personali della Repubblica di San Marino nel 2019 per la diffusione, ritenuta indebita, dei dati personali di circa 12.700 sammarinesi. L’azienda aveva fatto ricorso dopo una prima sentenza, dinanzi al Tribunale e poi alla Corte d’Appello di San Marino, ma il ricorso è stato giudicato inammissibile dalla sentenza emessa il 25 gennaio dal Giudice di Appello Valeria Pierfelici. La sanzione, dunque, è esecutiva.

Sono state riconosciute gravi responsabilità nel comportamento di Facebook che non ha preso le opportune misure di sicurezza a difesa dei dati personali degli utenti.

I dati rubati riguardarono nel 2019 nel mondo 533 milioni di utenti di Facebook  e la sentenza di San Marino potrebbe aprire la via ad altri processi dello stesso tipo con un effetto domino, potenzialmente, dalle imponenti conseguenze.

 L’Autorità per la Privacy irlandese, che si era mossa dopo l’apertura dell’istruttoria a San Marino e utilizzando contati stabiliti con i colleghi della Repubblica del Titano, ha recentemente sanzionato Facebook per 265 milioni di euro. Anche lì Facebook avrebbe fatto ricorso, ma a questo punto la sentenza sammarinese potrebbe costituire un pericoloso precedente per il social network.