Indietro
menu
il programma

'Il lavoro crea il futuro'. Tornano le 'Giornate Rosso Quadrato' della Cgil

In foto: la locandina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 25 set 2022 18:36 ~ ultimo agg. 18:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il 28 e 30 settembre e il 4 e 6 ottobre è in programma la terza edizione delle Giornate Rosso Quadrato organizzate dalla CGIL di Rimini.

L’edizione 2022, che avrà come titolo Il Lavoro crea il Futuro, coincide con il percorso congressuale della CGIL con momenti di analisi ed elaborazione principalmente su temi al centro del documento congressuale, ma non solo, come ad esempio il Turismo con le sue problematiche strettamente legate all’economia del territorio riminese.


Il programma (a cura della CGIL di Rimini):

28 settembre

Turismo sostenibile e futuro delle concessioni demaniali

Il dibattito ruoterà intorno alle numerose criticità dell’impresa turistico-balneare: carenza di forza lavoro, qualità dell’offerta turistica, sfruttamento del lavoro, infiltrazioni criminali. A ciò si aggiungono le novità introdotte da alcune normative, annunciate e rimandate o già in essere, sia nazionali che europee. Dalla direttiva Bolkestein sulle concessioni demaniali, ai condhotel, alla cancellazione dell’indennità di disoccupazione stagionale.

Parteciperanno alla tavola rotonda:

Roberto Biagini – presidente CoNaMal Coordinamento Nazionale Mare Libero APS

Giorgio Ciotti – sindaco del Comune di Morciano di Romagna

Maritria Coi – segretaria CGIL Emilia Romagna

Andrea Corsini – assessore al Turismo Regione Emilia Romagna

Roberta Frisoni – assessora al Demanio del Comune di Rimini

Filippo Giorgetti – sindaco del Comune di Bellaria-Igea Marina

Modera

Mirco Botteghi – segretario generale FILCAMS CGIL Rimini

30 settembre

Salario minimo: fra legge e contrattazione

La tutela e la crescita dei salari è l’obiettivo da perseguire nel rinnovo dei Contratti Collettivi Nazionali con il riconoscimento dell’inflazione effettiva e con politiche fiscali che aumentino il netto in busta paga.

Combattere la precarietà e il lavoro povero che ha portato la media dei salari italiani all’ultimo posto delle graduatorie europee, vuol dire arrivare ad una legge sulla rappresentanza che cancelli i contratti pirata, ed anche recepire la direttiva europea sul salario minimo, con la sua definizione non con un valore orario, ma prendendo a riferimento il trattamento economico complessivo dei contratti nazionali di lavoro sottoscritti dalle organizzazioni maggiormente rappresentative. 

Dopo il dibattito a più voci sul salario minimo avremo anche il contributo dell’onorevole Luciana Castellina che interrogheremo rispetto alle nuove tendenze, non solo giovanili, di persone non più disposte a focalizzare la propria esistenza sul lavoro e la carriera

Parteciperanno alla tavola rotonda

Vincenzo Bavàro – professore di Diritto del Lavoro Università degli Studi di Bari

Chiara Bellini – vice sindaca del Comune di Rimini

Salvo Leonardi – Fondazione Di Vittorio

Nicola Marongiu – coordinatore Area Contrattazione CGIL Nazionale

Modera

Francesca Lilla Parco– segretaria confederale CGIL Rimini

a seguire

Lavoro, dunque sono?

Isabella Pavolucci segretaria generale CGIL Rimini

dialoga con

l’onorevole Luciana Castellina

4 ottobre

Una casa per tutti. Utopia o impresa possibile?

Il sostegno al bisogno primario della casa per la CGIL deve tradursi in un incremento dell’edilizia pubblica e sociale a saldo zero nel consumo del suolo, così da generare anche processi di riduzione della disuguaglianza e di inclusione sociale in un’ottica di sviluppo sostenibile del territorio. Alla luce delle nuove norme urbanistiche e di rigenerazione, la riqualificazione degli edifici e delle aree degradate, andrebbe associata ad un piano pluriennale per avviare e consolidare una politica abitativa di lungo respiro, volta ad aumentare l’offerta di alloggi pubblici e a canoni sostenibili per le precarie condizioni reddituali delle famiglie che non trovano soddisfacimento dall’attuale mercato.

Partecipano alla tavola rotonda

Tiziano Arlotti – presidente Acer Rimini

Andrea Buttafuoco – Sunia Rimini

Kristian Gianfreda – assessore Politiche per la casa Comune Rimini 

Laura Mariani – responsabile Politiche abitative Cgil Nazionale

Riziero Santi – Presidente Provincia di Rimini

Modera

Ornella Giacomini – segretaria confederale CGIL Rimini

6 ottobre

Sanità pubblica sempre. Vicina e universale

Le funzioni essenziali di tutela e protezione devono rientrare nel perimetro pubblico per la piena e universale accessibilità alle prestazioni sociali e sanitarie. Preoccupano certi processi di esternalizzazione e privatizzazione e per questo occorre tornare a investire nel Sistema pubblico mettendo al centro la Sanità territoriale.

Partecipano alla tavola rotonda

Daniela Angelini – presidente del Distretto Socio-Sanitario Rimini Sud – sindaca del Comune di Riccione

Tiziano Carradori – Direttore Generale Ausl Romagna

Giuseppe D’Antuono – dirigente medico del Pronto Soccorso di Rimini,

Mara Garattoni – segretaria Spi CGIL Rimini

Kristian Gianfreda – presidente del Distretto Socio-Sanitario Rimini Nord – assessore alle Politiche per la casa Comune di Rimini

Modera

Meris Soldati – segretaria generale SPI CGIL Rimini

a seguire

Il PNRR per finanziare il diritto alla salute

Isabella Pavolucci segretaria generale CGIL Rimini

dialoga con

Emma Petitti Presidente Assemblea regionale Emilia Romagna

Gli incontri avranno luogo a Rimini presso il Giardino delle sculture in via Giuseppe Verdi, dalle ore 17.00 alle ore 19.30

In caso di maltempo:

il 28/9 – 4/10 – 6/10 – Sala del Giudizio c/o Museo della Città
il 30/9 – Sala Marvelli via D. Campana n.64 Rimini

Prevista la diretta streaming su Facebook Cgil Rimini

]