Indietro
menu
Presente e futuro del Fellini

Ryanair, Wizzair e non solo. Aeroporto al lavoro per sviluppare nuove rotte

In foto: l'aeroporto di Rimini
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 29 ago 2022 12:40 ~ ultimo agg. 30 ago 13:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nuove rotte Ryanair all’aeroporto di Rimini e magari annuali e non solo estive. Un progetto sul quale AiRiminum lavora da tempo e che le recenti decisioni della compagnia irlandese potrebbero accelerare. In queste settimane sta facendo notizia infatti la decisione di Ryanair di tagliare dall’aeroporto Marconi di Bologna, nonostante una estate da record, 17 rotte invernali (su 62 programmate ne resteranno 45). Il country manager della compagnia, Mauro Bolla, in una intervista al Corriere della Sera, ha gettato acqua sul fuoco spiegando che le trattative col Marconi comunque proseguono e l’obiettivo è quello di restare a Bologna (secondo scalo dopo Bergamo) ma rinegoziando l’accordo commerciale. Le 17 tratte fanno però gola al Fellini, così come a Forlì e Parma. Bolla ricorda infatti come al Ridolfi siano già state lanciate due nuove rotte (Palermo e Katowice) e anche con il Fellini e con Parma “le trattative sono in corso. Le rotte in partenza dal Marconi, al momento cancellate dalla compagnia irlandese, sono: Malaga, Billund, Bordeaux, Comiso, Katowice, Marsiglia, Oradea, Paphos, Palma, Praga, Sibu, Santander, Podgorica, Tolosa, Wroclaw, Zaragoza, Alicante e corrispondono a 660.000 posti che non saranno più venduti. Ridotte anche alcune le frequenze dei voli su Stoccolma, Barcellona e Berlino. Collegamenti come le località francesi Bordeaux, Tolosa e Marsiglia, Billund in Danimarca o Malaga e Alicante in Spagna fanno gola al Fellini e non solo. Ma AiRiminum non lavora solo sul fronte RyanAir. Si punta infatti ad incrementare il rapporto con Wizzair, dopo l’ottimo esordio del collegamento con Tirana (che viaggia con alte percentuali di riempimento). A settembre si aggiungerà il volo, sempre annuale, per Bucarest in Romania e altre rotte potrebbero aggiungersi. Wizzair ha molti collegamenti con l’est Europa (alcune sarebbero dovute partire dal Fellini prima di essere stoppate dalla guerra) ma ha anche quattro basi attive nel Regno Unito e voli diretti, ad esempio, ad Abu Dhabi, una meta interessante anche nell’ottica della ricerca di nuovi bacini turistici più volte espressa dall’Ad di AiRiminum Corbucci. In questo senso arrivano segnali positivi per il Fellini anche dall’Iran: da un paio di settimane infatti è partito il collegamento da Teheran con Iran Air che, al momento, è gestito da due tour operator che si occupano del riempimento dei voli. L’obiettivo è però quello di consolidare la tratta.

Intanto il mese di settembre segnerà l’ormai consueto ritorno di Neos con i collegamenti destinati alle vacanze dei riminesi: voli diretti a Rodi, Marsa Alam. In cartellone anche i charter di Air Nostrum per Palma di Maiorca.

Per quanto riguarda i numeri, in attesa di quelli di agosto, l’aeroporto ha comunque già superato i 100mila passeggeri nel mese di luglio e si avvia a chiudere il 2022 superando quota 200mila. AiRiminum sta lavorando per gettare le basi di una ulteriore espansione nel 2023 e a far ben sperare sono anche le ottime percentuali di riempimento dei voli (quasi l’80%) con numeri in linea con quelli prepandemia.

Meteo Rimini
booked.net