Indietro
menu
'Spiagge sicure'

Finanziamenti a Cattolica per contrastare abusivismo e contraffazione

In foto: l'assessore Gabellini e agenti di Polizia Locale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 26 ago 2022 11:46 ~ ultimo agg. 11:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Cattolica arrivano 35mila euro dal Ministero dell’Interno per il contrasto all’abusivismo commerciale e della contraffazione. Si tratta di somme assegnate nell’ambito del piano “Spiagge sicure – Estate 2022” al quale ha partecipato l’Amministrazione Comunale. Il relativo protocollo d’intesa era stato sottoscritto nelle scorse settimane presso la Prefettura di Rimini, in sede di Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza. Per l’iniziativa “Spiagge sicure” erano disponibili nel totale 5,5 milioni di euro per le città interessate da intensi flussi turistici estivi e Cattolica è rientrata fra i 239 comuni italiani finanziati. Gli Enti sono stati selezionati in base al numero di presenze nelle strutture ricettive (dati Istat), ma non dovevano essere capoluoghi di provincia ed avere una popolazione superiore a 50mila abitanti.

I fondi arrivati per Cattolica, in parte per spesa corrente (13.500 euro) ed in parte per investimenti (21.500 euro), serviranno al potenziamento della polizia locale, consentendo, infatti, di finanziare in parte le retribuzioni degli agenti in servizio stagionale e permettendo l’acquisto di un nuovo veicolo per il pattugliamento del territorio.

“L’obiettivo – spiega l’Assessora alla Polizia Municipale, Claudia Gabellini – è quello di combattere l’abusivismo commerciale e tutto ciò che nel nostro litorale ha a che fare con la contraffazione, con l’illegalità. Siamo quindi soddisfatti per di questo ulteriore stanziamento che si aggiunge all’azione già prevista sul territorio e contribuirà ad incrementarne l’efficacia. La Polizia Municipale, che ringrazio, sta già operando con puntualità per il controllo del territorio al fine di evitare situazioni di pericolo e contrastare tutti quei fenomeni che creano disagi alla collettività. Tutto questo, si inserisce in un lavoro di sorveglianza più complessivo con il quale, insieme al servizio di Street Tutor e dell’implementazione del sistema di videosorveglianza, si è presidiato nel suo complesso l’intero territorio comunale. Possiamo dire, quindi, di aver raggiunto un buon risultato in questi primi mesi di amministrazione. Non va dimenticata, infine, l’importante sinergia con le altre Forze dell’Ordine, la Tenenza dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Capitaneria di Porto, i Vigili del Fuoco, che ci tengo a ringraziare nell’imminenza della conclusione della stagione estiva”.