Indietro
menu
nuovi turni e dotazioni

Ai 105 col limite dei 50. I controlli della Polizia Locale Bassa Valmarecchia

In foto: al Giro d'Italia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 21 mag 2022 13:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prosegue l’attività della Polizia locale della Bassa Valmarecchia sul fronte della sicurezza stradale anche grazie allo scout speed, che ha recentemente rilevato due infrazioni particolarmente consistenti dei limiti di velocità: sanzionate un’auto e una moto che viaggiavano rispettivamente a 103 e 105 km/h nel centro abitato di Santa Giustina, dove vige il limite dei 50.

In arrivo inoltre per l’estate turni supplementari e nuove dotazioni. In particolare gli agenti il giovedì, il venerdì e il sabato saranno di pattuglia fino all’1 di notte. Grazie al progetto “sBandaMenti” inoltre gli agenti possono contare anche su due bici elettriche – presentate in occasione del Giro d’Italia – che verranno utilizzate per l’attività di pattuglia nel capoluogo, lungo le piste ciclabili comprese quelle dei fiumi Uso e Marecchia, nei parchi e nelle aree verdi, oltre ad altre zone oggetto di monitoraggio.

Proprio nell’ambito del progetto “sBandaMenti” – ideato per rispondere ai bisogni emergenti della comunità locale, con particolare attenzione ai giovani, e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 26mila euro – la Polizia locale ha recentemente effettuato una serie di controlli al parco Cappuccini/Baden Powell in collaborazione con la Polizia Locale di Rimini.
Con la conclusione dell’anno scolastico ormai prossima, invece, sta volgendo al termine il progetto “Scuole sicure”, sempre realizzato grazie a un contributo sovraordinato – in questo caso 16mila euro ricevuti dal Ministero dell’Interno – che ha impegnato la Polizia locale per un totale di 180 ore in attività di controllo, oltre a corsi di formazione, con l’obiettivo di prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole.
Il progetto “Scuole sicure” prevede anche l’implementazione del sistema di video sorveglianza presso gli edifici scolastici, che verrà portato a termine nel prossimo futuro. Negli ultimi mesi, intanto, sono 54 le richieste di estrapolazione dei dati dai sistemi di controllo delle telecamere di videosorveglianza perimetrale, che hanno permesso alle forze dell’ordine di portare avanti la loro attività di indagine finalizzata all’individuazione degli autori di reati commessi all’interno del territorio dell’Unione dei Comuni Valmarecchia.