Indietro
menu
condizioni meteo avverse

Kiter in difficoltà soccorso dalla Capitaneria di Porto

In foto: il kite recuperato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 17 apr 2022 00:32 ~ ultimo agg. 00:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sabato alle 17:15 circa è arrivata alla Sala Operativa dellaCapitaneria di Porto – Guardia Costiera di Rimini, tramite il “Numero Blu” 1530, una richiesta di soccorso ad un kiter in difficoltà nei pressi del Bagno 151 al confine tra Rimini e Riccione.
Il segnalante, appartenente ad un gruppo di kitesurfisti usciti in mare, comunicava che un suo amico era rimasto in acqua e per le avverse condizioni meteorologiche in zona non riusciva a rientrare a riva.
Dalla Sala Operativa è stata subito disposta l’uscita della motovedetta CP 842, unità operativa h24 e destinata al servizio S.A.R. (Search and
Rescue) di ricerca e soccorso della vita umana in mare, e inviata la pattuglia terrestre del dipendente Ufficio Locale marittimo di Riccione.
I militari hanno in breve raggiunto il luogo della segnalazione e hanno soccorso il kiter in difficoltà recuperandolo dall’acqua e prestandogli l’assistenza necessaria in quanto in visibilmente scosso e affaticato.
Durante il rientro in porto i militari, constatate le buone condizioni generali del malcapitato, non hanno chiesto l’intervento del 118 e una volta sbarcati in piazzale Boscovich, alle 18:30, hanno affidato il kiter soccorso agli amici che nel frattempo erano giunti in porto per riportarlo a casa.
La Capitaneria di Porto di Rimini ribadisce l’importanza di seguire alcune semplici regole al fine di garantire la sicurezza della vita umana in mare, nello specifico, prima di uscire in mare, informarsi sempre sulle condizioni meteomarine e se possibile stare sempre in compagnia così da non trovarsi soli in caso di difficoltà o comunque avvisare della propria uscita in mare.