Indietro
menu
'Carenze conoscitive'

PUG a Coriano. L'Amministrazione Comunale risponde all'opposizione

In foto: il sindaco Domenica Spinelli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 13 nov 2021 11:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Ancora una volta la minoranza dimostra le sue carenze conoscitive”.  Così l’amministrazione comunale di Coriano risponde alle accuse dell’opposizione che lamentava il mancato confronto sul PUG (vedi notizia).

“I rilievi mossi nei confronti del PUG (Piano Urbanistico Generale, che ogni Comune dovrà predisporre in base alla legge regionale n. 24/2017) – si precisa – dimostrano la pochezza di contenuti e di conoscenza che la minoranza stessa ha della materia. In altre parole, si è inventata un caso inesistente. Si strumentalizza, in particolare, il rinvio di un appuntamento chiesto con un dirigente sul contenuto della variante (atti di pianificazione non ancora formalizzati che arriveranno nel prossimo Consiglio comunale). Il rinvio, pertanto – prosegue l’Amministrazione comunale – è stato dettato unicamente dall’esigenza di concludere tali atti (relazioni, proposte di delibera, ecc.) nei tempi dettati dalla Giunta nonché dal sovrapporsi di impegni di queste settimane, tra cui la predisposizione delle prove di un concorso per avvicendare personale in pensionamento”.

“Da parte nostra – prosegue l’Amministrazione Comunale – non esiste assolutamente intenzione di sottrarci al confronto sul PUG, tutt’altro. Confronto che però arriverà a tempo debito seguendo un percorso lineare e coerente alla prassi e comunque dopo la formalizzazione degli atti. Quanto esternato nel dettaglio, assolutamente contestabile, nasconde una malafede di base oppure un’incompetenza clamorosa nel distinguere una variante al PRG dall’avvio della redazione del PUG. Ad oggi – si conclude – solo un Comune su 25 nella nostra provincia ha avviato la procedura di adozione”.

Il sindaco Spinelli parla di “confusione che si palesa nell’indisciplinato attacco della minoranza”. “Noi rispondiamo con i fatti, seguendo quanto previsto dalle norme e con la professionalità dei nostri dirigenti e dei nostri uffici”.