Indietro
menu
A contrasto della violenza

Europa Verde: a Rimini serve un osservatorio comunale sulla condizione femminile

In foto: Di Rago
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 nov 2021 10:40 ~ ultimo agg. 10:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In occasione dell’apertura del processo a Giovanni La Guardia, reo confesso omicida della moglie Vera Mudra, Alessia Lea Di Rago di Europa Verde Rimini sottolinea la necessità di un osservatorio comunale sulla condizione femminile.

“È necessaria una grande opera capillare di svelamento del fenomeno della violenza all’interno della coppia, un percorso pedagogico di stampo sociale e culturale rivolto a tutti e tutte, a prescindere dall’età. È urgente creare degli spazi di autocoscentizzazione per le donne, le ragazze e le bambine. Soprattutto le istituzioni, a partire proprio dai territori, devono prendersi in carico la responsabilità anche di quello che succede all’interno delle mura domestiche considerando il problema alla sua radice, partendo cioè dal dato che un omicidio su due avviene in famiglia, che sono in aumento i casi di figlicidio e che nel 2019 più del 90% degli omicidi in famiglia sono stati commessi da uomini”.

“Per avere una risposta puntuale alle esigenze quotidiane delle donne e per intercettare queste situazioni – prosegue la Di Rago – è necessario avere la fotografia statistica puntuale della condizione femminile nella città, che sappiamo carente per qualità della vita. Quindi non è più rimandabile l’istituzione di un osservatorio comunale permanente, in collaborazione con le associazioni di categoria, che riesca a mettere in luce le criticità della condizione femminile nel territorio e le potenzialità che una città come Rimini, sicuramente ha. Auspichiamo che l’attuale amministrazione comunale abbia la volontà politica di agire in maniera incisiva in questa direzione”.

Meteo Rimini
booked.net