Indietro
menu
Il saluto al Cocoricò

Discoteche. Indino (SILB) invita i gestori alla responsabilità: non vanificare riaperture

In foto: Gianni Indino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 26 nov 2021 12:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non ci si può permettere di sprecare l’opportunità della riapertura, ottenuta dopo una lunga attesa, con condotte avventate. E’ la sollecitazione che il presidente del SILB Emiia Romagna Gianni Indino rivolge ai gestori dopo le novità sul green pass rafforzato.

Ora che con le anticipazioni rese note sul nuovo Decreto è stato dato un indirizzo sul futuro delle imprese di intrattenimento da ballo – dice Gianni Indino, presidente del SILB dell’Emilia Romagna – è il momento di dimostrare la nostra professionalità, di prenderci le nostre responsabilità, con attenzione e scrupolosità. Dal 6 dicembre nei nostri locali entreranno solamente i possessori del Green pass rafforzato. Avranno dunque accesso i soli vaccinati e guariti dal Covid: una decisione che potrà anche essere propedeutica ad un’accelerazione delle vaccinazioni. Noi, come gestori, possiamo contribuire a contenere il rialzo dei contagi che purtroppo ci confermano i dati di questi giorni, stando attenti nel momento dei controlli e facendo rispettare le regole. Siamo gli artefici del nostro destino e non possiamo sbagliare. Il SILB nazionale si è battuto con forza e ha ottenuto un grande risultato, quello di poter tenere aperti locali da ballo e discoteche anche in caso di passaggio in zona gialla o arancione. Un risultato che, se verrà confermato con l’uscita del Decreto in Gazzetta Ufficiale, sarà fondamentale per poter programmare il nostro futuro senza lo spauracchio quotidiano di dover chiudere nuovamente i locali. Ringraziamo dunque la politica tutta: accusata di non averci tenuto in considerazione per lungo tempo, questa volta ha invece dimostrato attenzione e sensibilità nei confronti delle nostre imprese.

Ai miei colleghi chiedo dunque un’ulteriore dimostrazione di responsabilità, ovvero di attenersi sempre agli impegni presi e ai protocolli sottoscritti, sanificando, controllando i titoli per gli accessi, mantenendo i distanziamenti e le mascherine ove dovute. Sono certo che tutto ciò possa dare un grande contributo a rendere le festività di Natale e di Capodanno sicure dal punto di vista epidemiologico e soddisfacenti dal punto di vista economico. Ricordo che questo periodo per le nostre attività vale il 20% del fatturato invernale. Per questo dovremo difendere con le unghie e con i denti quello che abbiamo conquistato: non possiamo permetterci nulla che non sia una corretta gestione delle serate per non vanificare ciò che di buono è stato fatto finora per ritornare a lavorare con continuità”.

Indino saluta inoltre la ripartenza di uno storico locale della Riviera: “Un gran bel segnale è arrivato ieri sera con il pre-opening del Cocoricò di Riccione, preludio all’inaugurazione vera e propria in programma sabato sera. Riparte uno dei più importanti club a livello internazionale, rinnovato e bellissimo: siamo fortunati ad averlo sul nostro territorio perché è anche un indiscutibile polo attrattivo per il turismo. Ad Enrico Galli e ai suoi soci, da presidente regionale del SILB e da amico, auguro ogni fortuna per il coraggio dimostrato in questi anni davvero complicati”.