Indietro
menu
Oggi a Bologna

Ai Carabinieri di Rimini un Encomio per l'impegno durante la pandemia

In foto: il Comandante La Mura riceve l'enconio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 8 ott 2021 13:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

ALla Caserma “L. Manara”, sede del Comando Legione Carabinieri “Emilia Romagna”, ha avuto luogo una cerimonia per la consegna di encomi da parte del Comandante della Legione Generale di Brigata Davide Angrisani. Presenti i Comandanti provinciali della regione, una rappresentanza di militari e una delegazione della rappresentanza militare.
La cerimonia ha avuto per protagonisti Carabinieri dell’Emilia Romagna premiati perché interventi a salvaguardia di vite umane nel corso di servizi d’Istituto, i Comandi Provinciali di Piacenza e Rimini per l’operato nel corso della pandemia e un’ufficiale medico dell’Arma che ha in più occasioni svolto, nel corso del lockdown, la propria attività a supporto dei militari ammalati della provincia di Lodi. Tra gli encomi, anche quello per il Comando Provinciale di Rimini.
Il Generale Angrisani, nell’occasione, ha espresso il suo personale compiacimento ai premiati, sottolineando come il loro impegno e le loro azioni debbano essere d’esempio per tutti i carabinieri della Legione e si è raccomandato che il loro operato sia citato a modello per tutti i Carabinieri.

L’Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma concesso al Comando Provinciale di Rimini:
“In occasione di straordinaria emergenza sanitaria nazionale che colpiva con particolare virulenza la Provincia di Piacenza, offriva prova di esemplare efficienza e generosa abnegazione prodigandosi in molteplici interventi a supporto della popolazione. La corale partecipazione di tutte le componenti consentiva di preservare la coesione sociale sul territorio a salvaguardia della salute dei cittadini e a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Le attività dispiegate suscitavano l’ammirata gratitudine e l’unanime riconoscenza delle Comunità locali e della Nazione tutta”.