Indietro
menu
previsto tavolo confronto

Indino (SILB) incontra il Ministro Garavaglia. Alla ricerca di soluzioni

In foto: Indino e il ministro Garavaglia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 20 ago 2021 19:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Incontro a Bologna tra Gianni Indino, presidente regionale del SILB-Fipe e il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia. Al centro del confronto la ripartenza del settore dell’intrattenimento e dei locali da ballo. Il ministro ha condiviso la necessità di trovare risposte per il settore dei locali da ballo allo stremo.

Ho illustrato al ministro Garavaglia, che ringrazio per la grande disponibilità dimostrata, l’enorme difficoltà delle nostre imprese, ormai allo stremo perché chiuse da quasi due anni e ancora senza una prospettiva concreta di futuro – spiega Indino -. Il ministro ha mostrato di conoscere molto bene il settore e la sua importanza come componente fondamentale del turismo, che permette alle nostre mete di essere scelte ogni anno da centinaia di migliaia di giovani. Il ministro sa bene anche la situazione di difficoltà in cui versano le imprese, costrette a rimanere chiuse nonostante con Green Pass e sistemi di sicurezza sanitaria. Se si fosse permesso ai locali e alle discoteche di rimanere aperti con le dovute norme di sicurezza sanitaria, si sarebbe potuto ovviare almeno in parte al grande disagio che si sta vivendo nelle città e nelle località balneari di tutta Italia, con tantissimi giovani allo sbaraglio, privati come sono dei luoghi del divertimento, del ballo e della socialità. Ancor di più si sarebbe ovviato a tutte quelle situazioni di ballo abusivo, di rave party, di feste senza regole e controllo che purtroppo le cronache riportano ogni giorno, da quelli clamorosi come accaduto a Viterbo a quelli meno noti ma che comunque proliferano in ogni dove. Con i locali aperti, al contrario, avremmo avuto un’estate
con più ragazzi vaccinati, con più Green Pass e con più tutele per tutti”.

Il ministro ha confermato il massimo impegno da parte sua per organizzare già entro la fine del mese un tavolo di lavoro in cui discutere di questi temi insieme al ministro per lo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, al ministro del Lavoro, Andrea Orlando, al ministro della Salute, Roberto Speranza e ai rappresentanti del CTS.
Un incontro tra le istituzioni e i rappresentanti delle imprese – commenta Indino – che finora è mancato e la cui creazione ci dà rassicurazioni e ci rende fiduciosi sulla possibilità di uscire da questa impasse”. “Da questo tavolo dovrà ovviamente venire fuori anche una data certa per la riapertura dei locali, da cui non può prescindere il nostro futuro e la programmazione che la nostra attività comporta“.
Con il ministro Garavaglia si è parlato anche di bus turistici, con l’impegno del ministro ad aumentarne fino all’80% le capienze considerato che dal 1° settembre i pullman saranno utilizzabili
esclusivamente dai possessori di Green Pass

Notizie correlate