Indietro
menu
Sarebbe inapplicabile

Appello Riviera Sicura: no al Green Pass per ristoranti alberghi

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 2 ago 2021 14:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Favorevole a qualsiasi iniziativa per limitare il contagio e garantire la sicurezza, ma non a iniziative intempestive, inutili ed inapplicabili. L’associazione Riviera Sicura chiede al Governo di non rendere obbligatorio il Green Pass per le sale ristoranti degli alberghi.E’ impensabile – si legge in una nota – che si chieda al turista che ha prenotato mesi prima di adeguarsi all’ultimo momento ad un provvedimento senza che gli sia possibile: in molti casi la disponibilità data dalle ASL non consentirebbe l’immediatezza della vaccinazione; ed è impensabile anche il dover sottoporre l’intera famiglia ad un test ogni due giorni“. 1

La nota di Riviera Sicura

Il Green Pass, previsto per le attività di ristorazione al chiuso, non può comprendere anche le sale ristoranti degli alberghi. Così come, quando era preclusa l’apertura dei ristoranti la sera facendo salva la ristorazione alberghiera, allo stesso modo gli alberghi devono essere esenti dal Green Pass.

Gli alberghi non ospitano solo turisti, ma anche lavoratori in trasferta, ai quali non può essere imposto un tampone ogni due giorni per poter cenare, magari per una trasferta di lavoro cui sono stati obbligati.

Molti Alberghi aderenti a Riviera Sicura hanno avuto meticolosi controlli sulle norme anti covid applicate dalle strutture ricettive da parte dell’Ufficio di Igiene e tutti hanno superato brillantemente la verifica, a dimostrazione di quanta alta sia l’attenzione al rischio contagio da parte degli albergatori della Riviera Romagnola.

Anche in estate l’Hotel è da considerarsi un servizio essenziale, come già stato in altre fasi dell’emergenza covid.

Riviera Sicura ha scritto al Ministero della Salute, al Ministero del Turismo e al CTS affinchè venga chiarito questo aspetto immediatamente, tenuto anche conto che sono migliaia le telefonate al giorno di turisti che chiedono informazioni e ai quali gli albergatori devono rispondere solo in base ad interpretazioni personali del decreto.

Il Green Pass può certamente essere un efficace strumento di prevenzione e di stimolo alla vaccinazione, ma deve necessariamente escludere i servizi essenziali.

Inoltre è comunque impensabile che si chieda al turista che ha prenotato mesi prima di adeguarsi all’ultimo momento ad un provvedimento senza che gli sia possibile: in molti casi la disponibilità data dalle ASL non consentirebbe l’immediatezza della vaccinazione; ed è impensabile anche il dover sottoporre l’intera famiglia ad un test ogni due giorni.

Riviera Sicura è, per vocazione, assolutamente favorevole a qualsiasi iniziativa serva a limitare il contagio e garantire la sicurezza, ma non se le iniziative sono intempestive, inutili ed inapplicabili.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.